Elton John e Charlize Theron scrivono a Boris Johnson

·2 minuto per la lettura

Elton John e Charlize Theron hanno scritto a Boris Johnson: l’artista e la diva di Hollywood hanno chiesto al primo ministro inglese di inserire la questione dell’Aids nel prossimo G7.

«Siamo di fronte ad una nuova emergenza Aids e abbiamo bisogno del tuo aiuto», comincia così la lettera di Elton e Charlize.

«Naturalmente il Covid-19 è al centro dell’agenda ma è fondamentale che quanto costruito fino ad oggi vada protetto e venga finalmente posta la parola fine alla questione Aids».

Nella missiva John e la Theron spiegano che la pandemia ha bloccato, da un giorno all’altro, i servizi di prevenzione e cura dell'HIV in molti paesi.

«Ha tagliato fuori dalla scuola milioni di ragazze e aumentato la povertà, la violenza di genere e le violazioni dei diritti umani. Tutti questi fattori aumentano il rischio di contrarre l'HIV o di sviluppare l'AIDS. Abbiamo già visto un forte aumento dei tassi di gravidanza adolescenziale, che sappiamo significherà anche un'impennata delle infezioni da HIV».

Nella lettera viene anche ribadito che i funzionari del Fondo globale per l'AIDS, la tubercolosi e la malaria hanno avvertito che la fornitura di servizi per l'HIV è stata massicciamente interrotta, con il test HIV in calo del 41% in 502 strutture sanitarie in Africa e in Asia. In più l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha evidenziato la diffusa interruzione delle catene di fornitura del trattamento dell'HIV.

Da sempre Charlize Theron e Elton John hanno a cuore il problema dell’Aids: la prima ha fondato la Charlize Theron Africa Outreach Project mentre il secondo è a capo della Elton John AIDS Foundation.

«Temiamo una nuova impennata di infezioni e decessi correlati all’Aids», sottolineano Charlize Theron e Elton John per poi aggiungere: «Il G7 deve impegnarsi per affrontare pandemie di vecchia data, quelle attuali e quelle future. Il Regno Unito deve guidare l'ambizioso sostegno del G7 al progresso internazionale come organizzatore e dando l'esempio. Gli occhi del mondo, Primo Ministro, sono sul Regno Unito e su di te».