Emilia Clarke denuncia un magazine: causa da 5 milioni di dollari

·1 minuto per la lettura

Emilia Clarke denuncia un magazine americano, chiedendo un risarcimento danni da 5 milioni di dollari (4.1 milioni di euro) per appropriazione indebita della sua immagine.

Come si evince dai documenti legali, ottenuti dal The Blast, la star di «Trono di Spade» ha confermato di aver partecipato a uno shooting per la rivista Flaunt nel marzo 2019, chiedendo esplicitamente agli editori di utilizzare le immagini per il numero di giugno in modo da accompagnare un articolo a lei dedicato.

L’attrice avrebbe inoltre chiesto alla rivista di utilizzare esclusivamente gli scatti da lei scelti e solo per l’intervista in questione.

Flaunt, contrariamente, ha venduto i diritti delle fotografie alla compagnia di cosmetici cinese Perfect Diary, permettendo a quest’ultima di sfruttare le immagini, la voce, il nome e la popolarità della star.

Emilia, che è stata recentemente nominata global ambassador del brand beauty Clinique, in precedenza aveva rifiutato di prestare la sua immagine a Perfect Diary.

La Clarke ha inoltre affermato che numerose aziende cosmetiche, che altrimenti avrebbero potuto stringere degli affari con lei, sono state indotte in errore nel credere che stesse già lavorando con uno dei loro concorrenti, ovvero Perfect Diary.

Ora la 35enne ha denunciato Flaunt per aver sfruttato la sua immagine in modo inappropriato, chiedendo alla società di porre fine ad accordi stipulati con terzi, oltre al pagamento di un risarcimento per danno di immagine, delle spese legali e dei mancati introiti.