Eva Henger costretta in sedia a rotelle: ‘Ancora piango’


Eva Henger, intervistata dal settimanale "Novella 2000", è tornata a parlare dell'incidente stradale che l'ha coinvolta insieme al marito Massimiliano Caroletti circa un mese e mezzo fa.
A causa del sinistro, in cui hanno perso la vita due persone, l'ex attrice a luci rosse ha riportato diverse fratture che la costringeranno per un po' di tempo a stare su una sedia a rotelle.
Ha detto: "Ancora piango spesso per tutto quello che è successo. Mi viene in mente l’incidente, le due persone che non ci sono più. Mi dispiace tantissimo. Quando riuscirò a camminare e uscirò, vorrei andare a porgere i fiori per loro e dire due parole. Non è importante di chi sia stata la colpa. Nessuno è uscito di casa con l’intento di fare del male a qualcuno. La cosa importante è che a questa tragedia abbiamo partecipato in quattro e ora in due non ci sono più".
Dopo 47 giorni di ospedale Eva sta meglio.
"È stato stupendo vedere un miglioramento perché ci sono stati momenti bruttissimi di depressione e momenti di speranza, emozioni che andavano e venivano. Ci sono giorni in cui ho dei dolori allucinanti, molto forti e altri in cui ne ho meno. Per esempio a volte ho tanto dolore all’osso sacro e al bacino. Invece, quando siamo usciti dalla clinica e ci siamo fermati ad un centro commerciale a fare la spesa per comprare delle cose necessarie, è stato bellissimo. Quel giorno stavo proprio bene, anche se stavo sulla carrozzina", ha dichiarato.
La 49enne ha poi rivelato di aver rischiato seriamente la vita a causa delle ferite riportate.
"I medici mi hanno detto sinceramente che per le ferite da me riportate internamente, cuore, polmone, vescica, di solito il 70% delle persone muore", ha chiosato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli