Eve, quando la donna del peccato originale cerca di conquistare il divolo

·5 minuto per la lettura
Photo credit: Roy Rochlin - Getty Images
Photo credit: Roy Rochlin - Getty Images

La serie tv di Netflix, Lucifer è uno degli show più seguiti sulla piattaforma streaming, tanto che è stata già annunciata una sesta stagione. A restare nel cuore dei fan, oltre ai personaggi storici come la bella detective Chloe o il tenebroso re degli inferi, sono anche le new entry del cast, come l’ex fidanzata di Lucifer, Eve, presente nella quarta stagione della serie e in alcune puntate della quinta. In questo articolo scopriremo tutto sul personaggio di Eve, da chi lo interpreta fino alla sua tormentata storia d’amore con Maze.

Eve, alla riconquista di Lucifer

Eve fa il suo ingresso nella serie tv Lucifer durante la quarta stagione dello show. Scesa dal paradiso, precisamente dalla Città d’Argento, perché annoiata dalla vita monotona e poco “avventurosa” che viveva lì, sceglie di tornare sulla terra per riconquistare il suo ex: il diavolo in persona. Eve non è altro che la prima donna, la peccatrice originale, innamorata da sempre di Lucifer e decisa a convincere il re degli inferi che tra loro ci sia ancora qualcosa. Inizialmente i due ricominciano a frequentarsi: Chloe, la bella detective di cui Lucifer è innamorato, ha appena scoperto la vera identità del re degli inferi; il diavolo inizialmente accoglie Eve come un’amica, salvo poi concederle una seconda chance, visto che lui ed Eve erano già stati insieme all’alba dei tempi ed Eve è sempre stata convinta che Lucifer fosse l’unico in grado di accettarla per com’è realmente. Tuttavia, Lucifer capisce molto presto di non essere innamorato di Eve e decide di lasciarla per non farla soffrire. Eve ne è sconvolta all’inizio e soprattutto non ha nessuna voglia di arrendersi nel progetto di riconquista del diavolo; per questo, con l’aiuto di Maze, demone braccio destro di Lucifer, decide di dimostrare al re degli inferi di stare benissimo senza di lui, in modo tale da attirare la sua attenzione e riconquistarlo. È presto detto che la vicinanza tra Maze ed Eve porterà ad una svolta inaspettata: la bella creatura infernale inizierà presto a provare dei sentimenti molto forti per Eve che però è ancora presa dal suo Lucifer. Quest’ultimo sarà sempre più da coinvolto da Chloe e dagli ultimi casi di omicidio da risolvere che non perderà tempo a pensare alla sua ex, ferendo Eve e facendo infuriare Maze che tenterà di far capire alla donna che ama quanto lui non la meriti, arrivando alla fine a confessarle i suoi veri sentimenti. Nel finale della quarta stagione Eve decide, infine, di lasciare la città per capire chi è veramente e cosa vuole davvero. Confessa a Maze di ricambiare i suoi sentimenti ma ammette di non poter restare per il momento e va via, lasciando il demone con il cuore spezzato. Eve torna poi nella seconda parte della quinta stagione, la cosiddetta 5B, disponibile su Netflix dallo scorso maggio. Erano stati gli stessi showrunner di Lucifer, Ildy Modrovich e Joe Hendersen, a dare la notizia ai fan: “Siamo molto emozionati di poter avere ancora Inbar (l’attrice che interpreta Eve) con noi! L’ultima volta che l’abbiamo vista, aveva spezzato il cuore a Maze. Quindi, la reunion tra il nostro demone preferito e la peccatrice originale dovrebbe andare liscia, giusto?” ha dichiarato la Modrovich in un’intervista, mentre Hendersen ha aggiunto: “A parte il fatto che amiamo Inbar, siamo molto entusiasti di averla di nuovo con noi”.

Photo credit: Bravo - Getty Images
Photo credit: Bravo - Getty Images

Lucifer: Inbar Lavi nei panni di Eve

Ad interpretare la bella Eve nella serie tv è Inbar Lavi, attrice israeliana che è riuscita a sfondare nel mondo del cinema e della televisione americani. Inbar è nata il 27 ottobre del 1986, sotto il segno zodiacale dello Scorpione, a Ramat Gan, una cittadina nel pieno centro di Israele che si affaccia sul mare. Proprio qui l’attrice ha vissuto infanzia e adolescenza, prima di trasferirsi negli Stati Uniti e perseguire la sua carriera d’attrice. Le sue origini sono miste; infatti, pur essendo nata e cresciuta in Israele sua madre è di origine marocchina-ebrea, mentre suo padre, invece, polacco-ebraica. L’attrice ha raccontato di soffrire di asma da bambina e che proprio questa problematica, alla fine, l’ha avvicinata al mondo del cinema: dovendo trascorrere molto tempo ferma, per curare l’asma ed evitare nel frattempo sforzi eccessivi, Inbar ha iniziato a vedere moltissimi film ed in breve tempo ha cominciato a coltivare il sogno di diventare attrice. Trovò ispirazione soprattutto in alcune sue conterranee, come Natalie Portman in Lèon, film del 1994 che spalancò alla giovane protagonista le porte verso il cinema e Ayelet Zurer, che ha recitato, tra i tanti film anche in Munich. Inbar Lavi, fin da giovanissima ha iniziato a studiare danza classica e danza moderna, per poi passare a studiare recitazione presso la Sophie Moskowitz School of Acting, che si trova a Tel Aviv. A soli 17 anni si trasferisce a New York dove inizia ad esibirsi in varie produzioni off-Broadway. Lavora sodo e contemporaneamente porta avanti gli studi, ma la sua formazione raggiunge l’apice quando vince una borsa di studio per frequentare la Lee Strasberg Theatre di Los Angeles. Tra i suoi primissimi ruoli c’è quello di Cordelia, in una produzione di Re Lear interpretato e diretto da Tom Badal, che ebbe nel 2006, a soli 20 anni. Poi iniziò a comparire in diverse produzioni televisive, tra cui Privileged, Entourage -che ha sancito il suo successo-, ma anche Ghost Whisperer, The Closer, Crash. Ha avuto ruoli anche nei più noti Criminal Minds e CSI Miami, Charlie’s Angels e CSI Scena del crimine e, naturalmente, in Lucifer. Per quanto riguarda la sua vita privata l’attrice è davvero molto riservata, tanto che anche sul suo profilo Instagram possiamo trovare solo pochi indizi sul suo conto. Sappiamo solo che Inbar è stata sentimentalmente legata all’attore Christoph Sanders dal 2011, ma la loro relazione è terminata nel 2015.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli