Fabio Rovazzi: «Mi piace fare le cose belle»

·1 minuto per la lettura

Dopo due anni di assenza Fabio Rovazzi è tornato nelle chart con "La mia felicità".

Il brano estivo vanta lo charme delle precedenti hit scritte dallo youtuber più famoso d'Italia, salito alla ribalta con "Andiamo a comandare". Ma stavolta Fabio ha scelto di duettare in coppia con Eros Ramazzotti, accompagnando al brano un mega video affidato all'Animatronics.

«Non sono uno che muore per i numeri e le classifiche. Mi piace fare le cose belle in generale, se funzionano o meno è relativo», dichiara Fabio Rovazzi a Rolling Stone.

In queste settimane estive sono uscite altre clip che strizzano l'occhiolino alle tecniche del 27enne, fra cui "Mille" di Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti, e "Boy Boy" di Colapesce Dimartino e Ornella Vanoni.

«In realtà per fare questi video devi amare davvero quello che stai facendo. Devi conoscere i meccanismi ed essere abituato ai tempi cinematografici. Non si girano in mezza giornata, servono più giorni e molta pazienza - chiosa Rovazzi -. È difficile che un cantante sia abituato a logiche del genere. Non è un modello che ho ritrovato in molti altri clip musicali attuali. Penso ancora di essere l'unico, anche un po' pir*a, a farsi questo sbattimento incredibile per 5 minuti di risultato. È la mia passione, quello che mi rende felice e vederlo al cinema mi ripaga di tutto con grandi soddisfazioni».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli