Far ascoltare il bambino: trucchi e consigli

·4 minuto per la lettura
far ascoltare il tuo bambino
far ascoltare il tuo bambino

La corteccia prefrontale dei piccoli è ancora in via di sviluppo, quindi far ascoltare il tuo bambino può sembrare arduo. Questa è la principale causa di frustrazione per i genitori che si lamentano che il loro bambino “non ascolta”. Spesso ascoltano benissimo. Conoscono la regola, ma non possono seguirla con coerenza perché non hanno ancora il controllo del loro comportamento. La maggior parte degli esperti concorda ora sul fatto che i timeout non sono efficaci e sono contrari a uno sviluppo sano, specialmente per i bambini piccoli.

Quest’ultimi non dovrebbero essere puniti per un comportamento che è fuori dal loro controllo a causa della fase di sviluppo del cervello.

Mettiti al suo livello

Come ogni genitore si rende conto prima o poi, urlare da una grande altezza (tanto meno dall’altra stanza) raramente ha l’effetto desiderato. Accovacciati o prendi in braccio il tuo bambino, in modo da poterlo guardare negli occhi e ottenere la sua attenzione. Il contatto visivo è importante e funziona meglio quando si è faccia a faccia con il bambino. Ascolterà più attentamente se ti siedi accanto a lui a colazione quando gli ricordi di mangiare i cereali, o se ti sdrai sul suo letto la sera quando gli dici che stai per spegnere la luce.

Sii chiara

Esprimi il tuo messaggio in modo chiaro, semplice e con tranquilla autorità. Il tuo bambino si addormenterà se insisti troppo a lungo su un argomento. È difficile trovare il senso di un messaggio prolisso come “Fuori fa molto freddo e tu sei stato male ultimamente, quindi voglio che ti metta il maglione prima di andare al negozio”.

D’altra parte, “È ora di prendere il tuo maglione” è inequivocabile. Inoltre, non formulare qualcosa come una domanda se tuo figlio non ha effettivamente una scelta. “È ora di salire sul tuo seggiolino” ha molto più impatto di “Vieni a salire sul tuo seggiolino, ok tesoro?

È bene dare ai bambini delle scelte, ma assicurati di essere d’accordo con tutte le opzioni che offri – e attieniti solo a due. Permettendo al tuo bambino di fare scelte limitate, si sentirà autorizzato (e tu sarai soddisfatta del risultato).

come far ascoltare il tuo bambino
come far ascoltare il tuo bambino

Segui le indicazioni

Chiarisci che intendi ciò che dici, e non fare minacce – o promesse – che non manterrai. Se dici a tuo figlio di 2 anni: “Devi bere un po’ d’acqua all’ora di cena”, non esitare cinque minuti dopo e lasciargli invece bere del succo. Assicurati che il tuo partner condivida le tue regole e le rispetti, in modo che nessuno dei due metta in pericolo l’altro. Se c’è un disaccordo, parlatene in modo da essere entrambi chiari su ciò che deve essere detto o fatto quando il problema si ripresenta (come sicuramente accadrà).

Infine, non cadere nella trappola di ripetere istruzioni meno urgenti, come “Metti la tua tazza sul tavolo”, più e più volte prima di aspettarti che vostro figlio si conformi. Guida delicatamente la mano di tuo figlio a mettere la tazza sul tavolo, in modo che sappia esattamente cosa vuoi che faccia.

Rinforza il messaggio

Spesso è utile far seguire alla tua affermazione verbale una serie di altri tipi di messaggi, soprattutto se stai cercando di allontanare tuo figlio da un’attività coinvolgente. Digli: “È ora di andare a letto!” e poi dai un segnale visivo (accendendo e spegnendo l’interruttore della luce), un segnale fisico (mettendogli una mano sulla spalla per distogliere delicatamente la sua attenzione dalla bambola) e una dimostrazione (guidandolo verso il letto, tirando giù le coperte e accarezzando il cuscino).

È anche importante che tuo figlio sappia quando qualcosa è particolarmente pericoloso e che tu gli dimostri come avvicinarsi in modo sicuro. Per esempio, quando tuo figlio attraversa la strada, assicurati di tenerlo sempre per mano. In questo modo assocerà il pericolo delle macchine alla prudenza.

far ascoltare il tuo bambino consigli
far ascoltare il tuo bambino consigli

Sii istruttiva e divertente

Dai compiti realistici, come “Mettiamo via i blocchi gialli”. Poi puoi trasformarlo in un gioco: “Bene, ora mettiamo via i blocchi blu”. Urlare ordini può produrre risultati, ma nessuno si divertirà nel processo. La maggior parte dei bambini risponde meglio quando li tratti con fiducia e buon umore. Prova a usare una voce sciocca o una canzone per trasmettere il tuo messaggio.

Assicurati che i benefici dell’ascolto abbiano un senso per il tuo bambino. Il buon umore, l’affetto e la fiducia che dimostri quando gli parli in questo modo, gli faranno venire voglia di ascoltarti perché saprà che gli vuoi bene e che pensi che sia speciale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli