Farmindustria, 'manifattura high tech italiana eccellenza in Europa'

·1 minuto per la lettura

Con un fatturato poco superiore ai 2,3 miliardi di euro il settore farmaceutico italiano di produzione conto terzi, o Cdmo (pronuncia: si di em o (chiusa) si conferma leader in Europa, con il 23% dei circa 10 miliardi stimati per il totale Europa. L’Italia inoltre è anche uno tra i principali Paesi in termini di addetti con 11.500 persone occupate, di cui il 90% laureato o diplomato. Il dato più alto dopo la Germania con 12.629 addetti. Un successo in continua crescita che dagli anni ‘90 si è affermato a livello internazionale come un modello organizzativo largamente diffuso, per la produzione e lo sviluppo di farmaci presso fabbriche e laboratori dedicati, dotati di ampie capacità operative. La conferma che la manifattura farmaceutica vola anche nel 2021 arriva dallo studio Prometèia, giunto alla sesta edizione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli