Farro: benefici e controindicazioni

·2 minuto per la lettura
farro
farro

Il farro è un cereale appartenente alla famiglia delle Graminacee, molto utilizzato e apprezzato in cucina per la sua versatilità. Scopriamone insieme caratteristiche e benefici.

Proprietà del farro

Il farro è un cereale ricco di proteine, carboidrati ma soprattutto fibre, che aiutano il buon funzionamento dell’intestino. Al suo interno contiene vitamine del gruppo B, vitamina A, vitamina C e sali minerali come fosforo, ferro, magnesio e potassio.

Il farro è famoso per le sue proprietà antiossidanti, dovute all’elevata quantità di selenio che il cereale contiene. Scopriamo ora quali sono gli altri benefici che il cereale apporta al nostro organismo.

Benefici del farro

Il farro è davvero prezioso per la nostra salute. L’elevata quantità di fibre in esso contenute non è utile solo per la motilità intestinale, ma anche per il diabete. Il farro, infatti, è un alimento a basso indice glicemico, indicato per chi soffre della malattia perché evita il verificarsi di picchi glicemici.

Il cereale ricco di fibre aiuta in caso di costipazione, gonfiore, crampi e diarrea, e aiuta anche a diminuire la secrezione degli acidi biliari, riducendo così la formazione dei calcoli. Inoltre, le fibre del farro aiutano la proliferazione dei batteri buoni nell’intestino e contribuiscono alla prevenzione dell’insulino-resistenza, dell’obesità e delle ischemie.

Il farro è anche ricco di magnesio, un sale minerale utile al benessere del sistema nervoso e muscolare. Il cereale, inoltre, è privo di colesterolo e i fitoestrogeni che contiene, in associazione alla niacina (vitamina B3), aiutano a ridurre i livelli del colesterolo cattivo, prevenendo così il rischio di aterosclerosi e malattie cardiovascolari in genere.

Il farro è utile per prevenire gli attacchi di emicrania, perché è ricco di vitamina B2, una sostanza che aiuta a prevenire il mal di testa. La stessa vitamina B2 interviene anche in gran parte delle reazioni metaboliche di grassi, zuccheri e proteine e favorisce la sintesi del glutatione, il principale antiossidante naturale prodotto dalle nostre cellule.

Infine, il cereale è un alimento che genera un grande senso di sazietà grazie alla notevole presenza di fibre. Perciò, se consumato nelle giuste quantità, aiuta anche a dimagrire e restare in forma.

Farro: le controindicazioni

Il farro contiene glutine, perciò non è adatto a chi soffre di celiachia. Inoltre, è controindicato ai soggetti che soffrono di problemi intestinali o digestivi a causa dell’elevato contenuto di fibre che gli conferisce un effetto lassativo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli