Fedez, Meglio del Cinema: significato e testo del nuovo singolo

·3 minuto per la lettura
fedez meglio del cinema significato
fedez meglio del cinema significato

Fedez ha lanciato il nuovo singolo intitolato Meglio del Cinema. Si tratta di un brano dedicato alla moglie, la sua adorata Chiara Ferragni, colei che gli ha regalato la gioia di diventare padre per ben due volte. Qual è il significato della canzone?

Fedez lancia Meglio del Cinema: significato

Si intitola Meglio del Cinema ed è il nuovo singolo di Fedez. Anticipato qualche giorno fa, quando il rapper l’aveva dedicato alla moglie per il loro terzo anniversario di nozze, il brano è ovviamente dedicato a Chiara Ferragni. Una lunga lettera d’amore, una ballad diversa dalle ultime canzoni. Il significato, quindi, è da ricollegare al rapporto di coppia, con annessi gioie e dolori.

Fedez, Meglio del Cinema: il significato è nell’amore per Chiara

In Meglio del Cinema, Fedez ripercorre la sua storia d’amore con Chiara e sottolinea che è lei il suo “futuro“. Pazzo di lei, della vita a due che conducono, cerca di difenderla anche dagli attacchi social, ma non sempre ci riesce. Senza ombra di dubbio, il nuovo singolo di Federico Lucia è un brano in cui molti si possono rispecchiare.

Fedez, Meglio del Cinema: significato e testo

Mentre tu sei lì a struccarti, io non riesco a addormentarmi

Non dovresti preoccuparti, tanto resti sempre meglio di me

La più bella che c’è

Mi cade il vino sulla coscia, vedo le macchie di Rorschach

Piango mentre siamo in doccia, ehi

Cosa hai capito di me per la seduta con te?

Come campano i piccioni in Duomo?

Hanno cibo in cambio di una foto, ma che male c’è?

È capitato anche a me

Facciamoci questo ballo che forse è l’ultimo tango

Mettiti il vestito bianco e le Converse piene di fango

Rispondo a quegli stronzi che ti scrivono

E ho fatto qualche figuraccia

E qualche volta piango e tutti ridono

Ma tu mi levi i fari dalla faccia

Giuro, mi fai venire voglia di futuro

Dimmi com’è che fai

Mi lasci vincere e poi vuoi la rivincita

E litigare con te è meglio del cinema

Sto cercando amici nuovi del tipo “pochi ma buoni”

Al momento siamo in numero dispari minore di tre

Che poi vuol dire me

Scusa le parole forti e se ho scomodato i morti

Mi prendo tutti i torti

Scusa, ma ero fuori di me (“È pazzo, sì”)

È pazzo di te

In mezzo ai pacchi del trasloco con l’appartamento vuoto

Metti i piedi su una foto, la guardi e ti ricordi di me

Ti ricordi di me

Perché non prendi il volo dopo che almeno stasera ceni?

Scendo a fare la spesa, elencami i tuoi allergeni

Rispondo a quegli stronzi che ti scrivono

E ho fatto qualche figuraccia

E qualche volta piango e tutti ridono

Ma tu mi levi i fari dalla faccia

Giuro, mi fai venire voglia di futuro

Dimmi com’è che fai

Mi lasci vincere e poi vuoi la rivincita

E litigare con te è meglio del cinema

Anche col trucco io ti riconosco

E tu ci ridi su, è meglio che vomitare

Svegliami e manda a letto il mostro

Che non è poi così lontano il mare

Giuro, mi fai venire voglia di futuro

Dimmi com’è che fai

Mi lasci vincere e poi vuoi la rivincita

E litigare con te è meglio del cinema.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli