Fedez querelato dalla Rai: «Vigliaccheria di Stato»

·1 minuto per la lettura

È ufficiale: Fedez è entrato nel black book della Rai.

La rumorosa vicenda legata al concertone del primo maggio è sfociata in un richiamo legale, che il rapper ha ora commentato con un pungente commento sui suoi network.

«Aggiornamento sul mio album querele: sono appena stato querelato dalla Rai», scrive Fedez su Instagram, con un tono volutamente ironico.

D'altra parte l'autore di “Chiamami per nome” non è estraneo alle denunce: da quando ha dato vita alla raccolta fondi per l'ospedale San Raffaele di Milano, il cantante è ai ferri corti anche con Codacons, con cui si è confrontato nel Tribunale di Milano proprio negli ultimi giorni.

«Come ho sempre detto mi assumo la responsabilità di quello che ho detto e fatto, quindi affronto le conseguenze. Però bisognerebbe ricordare come si è comportata la tv di Stato in questa faccenda», dice Fedez, che dopo avere ricapitolato quanto accaduto aggiunge: «Sapete dov'è la differenza tra me e voi? È che io la telefonata l'ho pubblicata mettendoci la faccia e pagando le conseguenze, voi che mi avete registrato a vostra volta, dirigenti della tv di Stato, l'avete data ai giornalisti che devono coprire le loro fonti. Ovviamente questo non è un illecito giuridico, però vi siete parati il cu*o e questa è vigliaccheria di Stato. Però va bene così».