Femminicidio a Genova, uccisa a coltellate dal marito mentre è al lavoro

Ennesimo femminicidio in Italia nel giro di poche ore. A Genova, nel quartiere di Marassi, una donna è stata uccisa dal marito mentre stava lavorando come colf in una appartamento del suo datore di lavoro. L'aggressore l'ha colpita più volte, a quanto sembra con un coltello, e poi ha tentato di uccidersi senza esito.

LEGGI ANCHE: Folle di gelosia: uccide ex amante e figlia di lei

La tragedia, come riporta Ansa, è stata scoperta dal datore di lavoro della donna, una albanese di 40 anni. Rientrando nella sua casa, infatti, ha trovato la donna a terra in un lago di sangue. Così l’uomo ha subito chiamato i soccorsi e la polizia ma i medici del 118 non hanno potuto fare niente per salvare la donna. Le ferite inferte dal marito sono risultate troppo profonde.

Il marito, ferito all’addome, è stato portato d'urgenza all'Ospedale San Martino e salvato. La polizia lo ha in seguito dichiarato in stato di fermo per omicidio.

LEGGI ANCHE: Suora accoltellata in chiesa per salvare un prete

Entrambi di origine albanese, erano da tempo in Italia. Non è chiaro ancora se fossero separati o se tra loro fosse in atto un allontanamento.

VIDEO - I numeri del femminicidio