Festival 2021: Fiorello nei panni del leader di Italia Viva

·1 minuto per la lettura
sanremo 2021 fiorello matteo renzi
sanremo 2021 fiorello matteo renzi

Sanremo 2021 è alle porte: andrà in scena dal 2 al 6 marzo. Il nuovo promo è stato appena diffuso e vede Fiorello imitare Matteo Renzi. Al grido di “Mettiamo in crisi Sanremo“, il co-conduttore spiega i motivi per cui è meglio boicottare la kermesse musicale.

Sanremo 2021: Fiorello imita Renzi

Il primo promo di Sanremo 2021 è particolare e di certo attira l’attenzione degli italiani. Fiorello appare sullo schermo con il volto di Matteo Renzi e spiega ai telespettatori perché è bene boicottare la kermesse musicale. Tra una battuta e l’altra e con un po’ di sana ironia pungente, il collega di Amadeus porta la satira politica in casa Rai. Rosario, che quest’anno non sarà una semplice spalla dell’amico “Nasello” ma un vero presentatore, esclama:

“Ho il volto coperto per una questione di sicurezza, questa è solo una faccia di cortesia… Perché ignorare il Festival? Perché se andrà tutto bene Nasello (Amadeus, ndr) vorrà fare anche il terzo e non ce lo meritiamo. Allora, dal 2 al 6 marzo facciamo altro, mettiamo in crisi Sanremo. Ci vorrebbe quello bravo a fare la crisi, come si chiama? Quello toscano, ‘Signori’, quello là. Niente, non me lo ricordo”.

Il riferimento, ovviamente, è a Matteo Renzi, colui che ha portato alla crisi di Governo e alla conseguente nomina di Mario Draghi da parte del Presidente della Repubblica Mattarella. Insomma, al grido di “Ignora Sanremo“, Fiorello sembra invitare i telespettatori a boicottare il Festival, ma l’intento è tutt’altro.