Festival di Sanremo, tutti gli esclusi: da Bobby Solo a Morgan e Bugo

festival di sanremo

La squalifica di Morgan e Bugo dal 70° Festival di Sanremo ha lasciato molta perplessità nei telespettatori. Sono molti quelli che cercano di capire chi, tra i due artisti, sia portatore di verità. In attesa di scoprire qualcosina in più su questa strana faccenda, vale la pena dare uno sguardo a tutti i cantanti che sono stati esclusi dall’inizio della kermesse musicale.

Festival di Sanremo: tutti gli esclusi

Nella quarta serata del 70° Festival di Sanremo, Bugo e Morgan sono stati squalificati perché uno dei due ha abbandonato il palco dell’Ariston durante l’esibizione. Nella storia della kermesse musicale di artisti esclusi ce ne sono stati diversi, ma non era mai successo che qualche Big venisse fatto fuori per ‘defezione’. In attesa di scoprire chi, tra Morgan e Bugo, sia portatore di verità, vale la pena dare uno sguardo a tutti i cantanti che, per un motivo o per un altro, non si sono esibiti sul palco dell’Ariston. Non possiamo che partire da Marco Castoldi che, nel Festival del 2010, era già stato estromesso dalla kermesse per delle dichiarazioni poco felici sull’utilizzo della droga come antidepressivo. Andando ad una delle primissime edizioni di Sanremo, quella del 1957, troviamo Carla Boni e Tonina Torrielli. Le due cantanti sono state escluse perché il loro brano ‘La cosa più bella’ non risultava inedito. Passiamo al 1964, quando a veder sfumare la sua probabile vittoria al Festival è stato un giovanissimo Bobby Solo. Il cantante, in gara con ‘Una lacrima sul viso’, venne colpito da faringite ad un passo dalla finale. Non potendo eseguire il brano dal vivo venne fatto fuori, ma gli fu concessa la possibilità di esibirsi in playback. Altra grande esclusa, con l’accusa di plagio, è stata Patty Pravo. Correva l’anno 1987 e la cantante era in gara con il brano ‘Pigramente signora’, quando un gruppo di fan si è accorto che il pezzo era identico a ‘To The Morning’ di Dan Fogelberg.

Ancora esclusi

Il 1992 è la volta di Jo Squillo che viene esclusa da Sanremo perché il suo brano, intitolato ‘Me gusta il movimiento’, era stato accennato ad un concerto. Quattro anni dopo è il turno della mitica Ornella Vanoni che si è vista scippare la melodia della sua ‘Bello amore’ da Emilia Pellegrino. Quest’ultima, interpretando ‘Mare Mare’, aveva utilizzato la sua stessa base. Avvicinandoci ai giorni nostri troviamo Loredana Bertè. Correva l’anno 2008 e la cantante, in gara con ‘Musica e Parole’, finisce nell’occhio del ciclone perché il suo pezzo ha la stessa base musicale di ‘Sesto Senso, brano del 1988 firmato da Alberto Radius e Oscar Avogadro per Ornella Ventura. Loredana, però, ha la possibilità di esibirsi fuori gara, sia in duetto con Spagna che nella serata finale. Nel 2014 è la volta di Riccardo Senigallia, fatto fuori dal Festival perché il suo ‘Prima di andare via’ era già stato eseguito in pubblico. Un’ultima esclusione che ha creato un certo scalpore riguarda un superospite internazionale: Rod Stewart. Era il 1991 e l’artista si è presentato all’Ariston con una sola canzone, ma avrebbe dovuto eseguirne due. Adriano Aragozzini, arrabbiato per questa mancanza di rispetto, lo ha cacciato via dopo pochi minuti dal suo ingresso.