Fine settimana sulla neve in Sicilia: mete migliori

Fine settimana sulla neve in Sicilia

La Sicilia è uno dei posti più gettonati dai vacanzieri estivi, ma anche durante l’inverno offre diverse località in cui rilassarsi. Soprattutto attorno all’Etna, il vulcano più grande d’Europa, è possibile scoprire angoli suggestivi (ed economici) dove sciare e godersi le bellezze del luogo. Ecco come trascorrere un fine settimana sulla neve in Sicilia.

Fine settimana sulla neve in Sicilia

Abbinare la Sicilia alla neve non è certo una pratica usuale, ma non bisogna dimenticare che in questa regione svetta una delle montagne più alte d’Italia: l’Etna. Certo, le offerte in materia di settimana bianca non sono paragonabili a quelle di altre regioni italiane come il Trentino, il Veneto o il Piemonte, ma anche qui c’è la possibilità di vivere la montagna in maniera completa. Tra passeggiate, discese in sci ed escursioni, i turisti potranno godersi una vacanza che difficilmente dimenticheranno.

Stazioni sciistiche dell’Etna

La zona a nord dell’Etna, in particolare, è molto frequentata, soprattutto dai siciliani stessi, perché grazie alla sua esposizione, offre condizioni perfette per sciare. A circa duemila metri di altezza, si trovano quattro stazioni che servono otto chilometri di piste.

  • Lingua glossa è la località più amata, un vero punto di incontro per tutti gli sciatori, soprattutto dopo la devastazione dell’eruzione del 2002, che ha distrutto molte delle strutture ricettive.
  • Sempre in questa zona, la stazione di Piano Provenzana offre un panorama quasi alpino, con la peculiarità di affacciarsi sul mar Ionio, per uno straordinario contrasto unico al mondo.

Per quanto riguarda il versante meridionale dell’Etna, qui troviamo:

  • la stazione di Nicolosi, distrutta dalle eruzioni del 2001 e del 2002 e oggi completamente ricostruita. Lo scenario è contraddistinto dalla totale assenza di vegetazione ad alto fusto, che durante i mesi invernali trasmette ai turisti la sensazione di trovarsi in un paesaggio lunare. A fare da contraltare, la splendida vista sul golfo di Catania che si può godere da alcune piste e la possibilità di usufruire del servizio di cabinovia, grazie al quale ammirare l’Etna in tutta la sua maestosità. Per questo motivo, Nicolosi è particolarmente amata dagli escursionisti che da qui partono alla volta dei crateri sommitali del vulcano, trovando poi ristoro nello storico rifugio Sapienza, uno dei pochi a non essere stato danneggiato dalle eruzioni.
  • Per chi volesse sciare anche quando scarseggia la neve, all’interno del Parco Monteserra è stato creato lo SkyStadium, una pista artificiale realizzata con il “neveplast”, un particolare materiale plastico. Infine, a completare l’esperienza, si possono visitare i tanti piccoli comuni circostanti, dove immergersi nell’atmosfera tipica e tradizionale di sagre e feste popolari.
lingua glossa

Piano Battaglia

La catena delle Madonie rappresenta un’ottima alternativa alle stazioni sciistiche sull’Etna. In particolare, la località di Piano Battaglia è la preferita dei palermitani che l’affollano sia durante i mesi invernali che d’estate. Situata a oltre 1500 metri di altitudine, è una frazione di Petralia Sottana, immersa tra boschi di faggio ed è caratterizzata da villette in stile alpino, con un suggestivo affaccio sul golfo di Cefalù. A oggi, rappresenta l’unica sede degli impianti sciistici della Sicilia Occidentale ed è considerata ideale anche per il turismo naturalistico e scientifico.

Dal 2016 è disponibile una nuova seggiovia biposto con la quale raggiungere la cima della Mufara e lo skylift Mufaretta che porta in cima alle piste. Quest’ultimo si sviluppa per una lunghezza di circa 272 metri, con un dislivello tra le pedane di oltre 65 metri, una velocità di circa 2 metri e mezzo al secondo e una portata di oltre settecento persone. Per i bambini è anche disponibile il Campo Scuola Marmotta, dove potranno prendere confidenza con sci e snowboard grazie al tapis roulant installato di recente.

piano battaglia