Flora Canto su tutte le furie: 'Chiusa dentro 4 ore, la gente sveniva’


Flora Canto è stata vittima di una brutta disavventura che l'ha costretta a cancellare la sua vacanza in Grecia.
L'attrice tramite un video pubblicato sul suo profilo Instagram ha parlato di cosa le è accaduto la scorsa settimana.
"Ciao ragazzi, proverò brevemente a spiegare cosa è accaduto. Venerdì sera alle 20,00 dovevo decollare per la Grecia", ha esordito.
"Dopo 1 ora e 15 di ritardo c’è l’imbarco, ci fanno salire sull’aereo e da lì inizia il calvario. Alle ore 20 saliamo su questo aereo che fa per decollare. Mentre sta per staccarsi da terra fa una grandissima fumata, una brusca frenata, con gente che si è fatta anche male, perché il contraccolpo è stato fortissimo. Si riabbassa, torna indietro e ci dicono che probabilmente c’è un problemino ai freni, o forse al motore, non si è capito", ha raccontato.
"Da lì è iniziato il calvario, dalle ore 8,00 a mezzanotte, siamo stati 4 ore e 15 chiusi in un aereo, 4 ore in cui non sono stati in grado di dirci se saremo decollati, hanno fatto salire dei tecnici che poi sono scesi", ha continuato la compagna di Enrico Brignano.
Oltre al danno però anche la beffa dato che nemmeno il rimborso del biglietto è stato concesso ai passeggeri del volo.
"Mi hanno tenuto con 300 persone e un bagno, che poi era inagibile. Dopo queste 4 ore con gente che si sentiva male e sveniva, ci sono stati bambini esasperati, senza acqua o cibo. A mezzanotte e un quarto ci dicono che il volo è stato cancellato. La gente vagava nell’aeroporto perché non c’era nessuno. Eravamo abbandonati a noi stessi", ha continuato visibilmente alterata.
La 39enne ha poi concluso: "La cosa assurda è che il volo viene spostato di 26 ore, alle 10 del giorno dopo, così che non si può chiedere il rimborso. Io ho anche preso la febbre a 39 a causa della forte aria condizionata".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli