Foggia, isolato il ceppo della variante inglese di Covid

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(Photo by Arnold Jerocki / Getty Images)
(Photo by Arnold Jerocki / Getty Images)

Gli scienziati dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale di Foggia sono riusciti ad isolare il ceppo virale della nuova variante inglese di Sars-Cov-2. È successo dopo che, lo scorso 21 e 22 dicembre, sono pervenuti presso il laboratorio dell’Istituto i tamponi di due pazienti inglesi provenienti dal Regno Unito e risultati positivi all’infezione. Su entrambi i tamponi è stato il virus e sequenziato successivamente il genoma virale (sequenziato precedente anche a Roma, presso l’ospedale Celio).

VIDEO - Come l'Ospedale Celio ha sequenziato variante inglese del virus

“Il lavoro contro il coronavirus e per la tutela della salute non si è fermato neanche il giorno di Natale. La notizia più significativa è che l’Istituto zooprofilattico sperimentale è riuscito a isolare il virus corrispondente a questo ceppo, fatto questo di grandissimo rilievo scientifico. Cogliamo l’occasione per esprimere un plauso a chi ha condotto con successo queste analisi e a tutto il personale sanitario che prosegue incessantemente le attività anche in queste giornate”, hanno fatto sapere il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore alla sanità Pier Luigi Lopalco.

Antonio Fasanella, direttore generale dell’Istituto zooprofilattico, e Antonio Parisi, responsabile del laboratorio di Genetica della sezione di Putignano, hanno inoltre spiegato: “Il 24 dicembre per uno dei campioni è stato evidenziato un esteso effetto citopatico sulle cellule e il test Real Time PCR ha confermato l’isolamento del virus. In data odierna (26 dicembre, ndr), l'analisi delle sequenze ottenute in entrambi i campioni ha evidenziato la presenza di un genotipo virale corrispondente alla cosiddetta variante inglese del Sars-Cov-2. Le sequenze dell'intero genoma dei due virus verranno depositate nella banca dati pubblica e messe a disposizione della comunità scientifica internazionale. Il ceppo virale isolato è stato congelato in aliquote ed è a disposizione di qualsiasi gruppo scientifico legalmente autorizzato per gli ulteriori studi su questa particolare variante”.

VIDEO - Covid-19: ecco il primo positivo italiano alla "variante inglese"