Foto di caccia osé, 29enne minacciata di morte

Lucy durante una battuta di caccia (Instagram)

Imbianchina di professione e mamma a tempo pieno, la 29enne neozelandese Lucy Rose Jaine si è attirata le critiche di molti utenti che la disprezzano per le foto (a volte piuttosto osé) postate su Instagram accanto alle sue prede di caccia.

LEGGI ANCHE: Safari da paura: quando l'incontro con gli animali diventa spaventoso

VIDEO - Riaperta la caccia alle balene

Contraria agli allevamenti intensivi, Lucy si è innamorata degli animali da caccia: "Mi piace poter insegnare ai nostri figli come procurarsi il proprio cibo. Odio l'agricoltura industriale, quindi la caccia alla carne selvatica è l'ideale. Biologica e sostenibile", ha affermato.

LEGGI ANCHE: Centrato da colpo durante battuta di caccia, muore 71enne

Una pratica che Lucy ha iniziato dopo aver conosciuto l'attuale compagno Sharn. I due cacciano tra le cinque e le otto volte al mese portando con sé i loro figli, Indie, sette anni, Kahu, quattro e Daisy, cinque mesi. "I bambini adorano l'avventura - dice Lucy -. Non abbiamo schemi nella nostra famiglia. Essere così selvaggi scatena davvero la loro immaginazione".

LEGGI ANCHE: Colpo accidentale in battuta di caccia: figlio uccide padre

Nonostante le minacce di morte ricevute sui social, la donna non demorde: "Gli animali selvatici vivono una buona vita, non sostengo gli allevamenti intensivi e preferisco il biologico. È gratuito, è divertente e aiuta gli agricoltori". E continua: "Abbiamo budello, pelle e puliamo gli animali. Quindi lo tagliamo e lo mettiamo nel congelatore da mangiare...".

LEGGI ANCHE: Pranzo di nozze a base di animali investiti: la strana richiesta