Francia, autorità sanitaria raccomanda terza dose vaccino anti-Covid a over 65 e malati

·1 minuto per la lettura

L'Alta autorità sanitaria francese "dopo aver analizzato i dati disponibili" ha dato il suo parere, oggi, sulla terza dose di vaccino anti-Covid, raccomandandola a tutte le persone di età pari o superiore a 65 anni e a quelle con comorbilità, più a rischio di sviluppare una forma grave di Covid. La dose di richiamo - secondo quanto riferito in una nota dall'Haute Autorité de santé (Has) - dovrà essere somministrata dopo un periodo di almeno 6 mesi dal completamento della vaccinazione con le due dosi o con quella monodose J&J.

Contrariamente a quanto annunciato lo scorso 12 agosto dal ministero della Salute, la dose di richiamo potrebbe riguardare un target più ampio di quello inizialmente previsto. Perché oltre ai 6 milioni di francesi che ne avrebbero dovuto beneficiare - residenti in case di cura e unità di assistenza a lungo termine (Usld), persone di età superiore a 80 anni a casa, persone con rischi molto elevati di forme gravi di Covid e immunocompromessi: anche i 65-79 anni e le persone con comorbilità (12 milioni di persone) potrebbero ricevere una dose di richiamo. Dunque potrebbero arrivare a 18 milioni le persone alle quali somministrare la dose booster.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli