Fratelli che non vanno d'accordo: cause e soluzioni

·2 minuto per la lettura
aiutare i fratellini ad andare d'accordo
aiutare i fratellini ad andare d'accordo

Aiutare i fratellini ad andare d’accordo sembra un’impresa davvero ardua. Se anche tu hai fratelli o sorelle, sai che anche i bambini che hanno gli stessi genitori possono essere polarmente opposti. Per promuovere l’armonia tra fratelli, non aspettarti che un figlio sia come l’altro. Piuttosto, prenditi il tempo di conoscere ciascuno dei tuoi figli come individuo, e sforzati di apprezzare e capire ciò che li rende unici. Una volta fatto questo, potrai adattare il tuo approccio alla disciplina e all’educazione dei figli in base alle loro personalità.

Se il tuo bambino estroverso sta tormentando il suo fratello più reticente e finisce per allontanarlo, per esempio, digli: “Hai bisogno di trovare un po’ di spazio e tranquillità in questo momento”. Poi dici a suo fratello: “Troviamo qualcosa di interessante da fare per te. Credo che tu te la prenda con tua sorella perché ti annoi”. Qualunque sia la circostanza, dovrai aiutare a tradurre per i tuoi figli ciò di cui l’altro ha bisogno; col tempo, cresceranno per capirsi.

Come aiutare i fratellini ad andare d’accordo?

Nel frattempo, resisti all’impulso di intrometterti e fare da arbitro quando sorge una piccola scaramuccia. Piuttosto, dai loro la possibilità di risolvere la disputa da soli. Se devi intervenire, insegna loro a risolvere i problemi in modo che non abbiano sempre bisogno di te come giudice e giuria. Se stanno litigando per un particolare giocattolo, digli: “Pensiamo ad altri modi per risolverlo”. Poi chiedi ad ogni bambino di proporre un paio di possibili soluzioni. Forse tua figlia potrebbe offrire al fratellino un altro giocattolo, per esempio, o lui potrebbe avere l’oggetto ambito per cinque minuti e poi restituirglielo.

come aiutare i fratellini ad andare d'accordo
come aiutare i fratellini ad andare d'accordo

Ricorda che quello che stai cercando di impartire sono abilità di negoziazione, non soluzioni sicure. Tieni anche presente che usare un linguaggio specifico è importante, specialmente per i bambini piccoli. Quindi non dire semplicemente a tuo figlio di smettere di infastidire sua sorella – sii specifica. Digli: “Non va bene mordere per afferrare un giocattolo. Di’ a tua sorella ‘Tocca a me, per favore'”. Se i litigi scoppiano spesso per la condivisione (o mancanza di condivisione) – di libri, giocattoli, o la tua attenzione – ridimensiona le tue aspettative.

I bambini hanno bisogno di tempo per imparare a condividere, quindi questi battibecchi potrebbero essere qualcosa con cui dovrai convivere per un po’.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli