Gabriele Salvatores: «Casanova racconterà qualcosa dell’autobiografia della mia anima»

·1 minuto per la lettura

Nel suo nuovo film Gabriele Salvatores «racconterà qualcosa dell’autobiografia della mia anima».

Accadrà con «Il ritorno di Casanova», nuovo progetto che potrebbe affondare le radici nell’omonimo racconto pubblicato nel 1918 dallo scrittore e drammaturgo austriaco Arthur Schnitzler.

In questo caso, Salvatores porterà sullo schermo Toni Servillo e Fabrizio Bentivoglio e il pubblico si ritroverà dinanzi a due storie parallele.

«Ne “il ritorno di Casanova” metterò qualcosa di mio, non della mia biografia ma qualcosa della mia autobiografia dell’anima sì», spiega Gabriele Salvatores a Il Fatto Quotidiano.

«Sarà la storia di un regista di 60 anni che deve fare un film su Casanova anch’esso sessantenne - rivela il cineasta -. Toni Servillo interpreterà il regista, mentre Fabrizio Bentivoglio che era in “Turné” interpreterà Casanova. Insomma a Servillo qualcosa di mio gli rimarrà appiccicato».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli