Gaffe Berlusconi: ci prova con la figlia del coordinatore di FI

E’ tornato in campo Silvio Berlusconi dopo che il Tribunale di sorveglianza di Milano nei giorni scorsi gli ha concesso la riabilitazione politica rendendolo di nuovo candidabile. E’ tornato in campo e in una delle prime uscite pubbliche è tornato anche con le sue gaffe a sfondo sessuale.

Siamo in Valle d’Aosta, dove ieri si votava per le amministrative. Al termine del comizio il coordinatore regionale di Forza Italia, Massimo Lattanzi, offre due doni al leader di partito. Si tratta di un quadro realizzato da un’artista valdostana e un tipico cavallino in ceramica. A consegnare i due doni una giovane ragazza sorridente. Tutto normale, se poi Berlusconi non si lasciasse sfuggire l’ennesima battuta della sua carriera politica.

Guardando la ragazza, infatti, Silvio ammicca e riferendosi ai doni ricevuti dicePosso scegliere io? Preferisco lei”. Momento di imbarazzo, la ragazza sorride forzatamente, volgendo lo sguardo altrove. Sì, perché al di là della battuta da dongiovanni, infatti, probabilmente il leader di Forza Italia non sa chi sia quella ragazza. A dirglielo, però, è il coordinatore del partito, sul palco con loro. “E’ mia figlia” gli dice.

Guardando la ragazza, infatti, Silvio ammicca e riferendosi ai doni ricevuti dice “Posso scegliere io? Preferisco lei”.

La figlia è imbarazzatissima, mentre suo padre vuole dimostrarsi all’altezza del suo leader e fa anche lui una battuta. “Sei un buongustaio” dice a Berlusconi. E Silvio? Chiede scusa o cambia tema? No, invece di salutare la folla prende il microfono e continua il siparietto dichiarando “Cosa bisogna inventarsi per far finta di essere ancora giovani”.

E su questa battuta cala il sipario, con la protagonista involontaria di questa scenetta che cerca di nascondersi alle spalle del padre. Insomma, Silvio Berlusconi è tornato in campo e ha subito fatto vedere che non ha perso la voglia di fare battute. E di farle alle belle ragazze.