«Game of Thrones», stop alle riprese del prequel per un caso di Covid-19

·1 minuto per la lettura

Le riprese di «House of the Dragon», prequel de «Il Trono di Spade», sono state interrotte per un caso di positività al Covid-19.

I ciak si stavano svolgendo nel Regno Unito, colpito in queste settimane da una nuova violenta ondata di contagi.

La serie, che debutterà il prossimo anno, vanta un cast composto da Olivia Cooke, Paddy Considine e Emma D’Arcy con ruoli da protagoniste.

In ottemperanza alle linee guida, cast e crew si trovano attualmente in isolamento fiduciario: a essere risultato positivo è stato un membro della produzione.

I lavori dovrebbero ripartire mercoledì, dopo un giro di test.

Le riprese della serie fantasy sono iniziate ad aprile. Lo show è tratto dal romanzo di George R.R. Martin «Fuoco e sangue».

«House of the Dragon» è soltanto l’ultimo progetto a essere colpito dal coronavirus nel Regno Unito. Recentemente anche le riprese della seconda stagione di «Bridgerton» sono state rimandate per un caso di positività, così come l’adattamento del musical «Matilda», prodotto da Netflix.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli