Genziana: proprietà e benefici

·2 minuto per la lettura
genziana
genziana

La genziana è una pianta famosa per le sue proprietà terapeutiche, utili a facilitare la digestione. Scopriamone insieme le caratteristiche.

Proprietà della genziana

La genziana appartiene alla famiglia delle Gentianaceae. Le virtù terapeutiche della pianta dipendono dalle sostanze in essa contenute, come olio essenziale, alcaloidi, xantoni, amarogentina, secoiroidi monoterpeni.

Tutte queste sostanze sono contenute principalmente nella radice del vegetale. Per questo motivo in fitoterapia viene maggiormente utilizzata la radice essiccata di genziana per preparare alcuni rimedi naturali. Vediamo ora quali sono i benefici che la pianta apporta al nostro organismo.

Benefici della genziana

La genziana apporta molti benefici alla nostra salute. Infatti, è considerata a tutti gli effetti un antinfiammatorio naturale, utile per trattare alcune patologie flogistiche e a curare anche l’artrite reumatoide. Alcuni studi scientifici hanno infatti dimostrato che la genziana riduce notevolmente l’infiammazione delle articolazioni, migliorandone la mobilità.

La genziana, però, è anche un ottimo rimedio in caso di disturbi all’apparato digerente. Le sostanze contenute nella pianta incrementano l’appetito e proteggono l’apparato digerente, favorendo anche una corretta digestione. Inoltre, la genziana può essere un valido aiuto nel trattamento di disturbi come nausea e aerofagia.

La pianta svolge anche un’azione antimicrobica, preziosa per debellare infezioni batteriche e fungine che possono interessare l’organismo. Inoltre, la genziana è utile anche in caso di sinusite, perché riduce il dolore al volto, l’emicrania, la febbre e migliora l’olfatto.

Infine, il vegetale si rivela utile anche per migliorare la bellezza della nostra pelle. In particolare, la genziana aiuta a purificare la pelle grassa, riducendo il sebo e prevenendo la formazione dei punti neri. Inoltre, attenua macchie cutanee e rughe, donando al viso un aspetto fresco e luminoso.

Genziana: come utilizzarla

La genziana non va mai assunta fresca perché è tossica per l’organismo. Piuttosto, con la radice si possono preparare infusi e decotti da utilizzare all’occorrenza. I preparati a base di genziana si possono assumere prima o dopo i pasti per favorire l’appetito o stimolare la digestione.

Il decotto a base di radice va bene anche per un uso esterno, da utilizzare come detergente naturale per pulire le pelli grasse e impure.

Controindicazioni della genziana

La genziana è controindicata in gravidanza e allattamento. La pianta non è adatta a chi soffre di ipertensione, ulcere gastriche, iperacidità. Inoltre, un dosaggio eccessivo potrebbe provocare nausea o vomito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli