George Clooney contro i tabloid: «Non pubblicate le foto dei bambini»

·1 minuto per la lettura

George Clooney lancia un appello ai tabloid affinché la smettano di diffondere foto raffiguranti i volti dei figli delle celebrità.

La lettera, ottenuta da Deadline e indirizzata «al Daily Mail e ad altri giornali», è stata emessa nella tarda serata di giovedì.

A spingere il divo di Hollywood alla protesta è stata la pubblicazione di una recente immagine del figlio di un anno di Billie Lourd, poco dopo rimossa.

«Ho appena visto la foto del figlio di 1 anno di Billie Lourd sul vostro giornale. Visto che subito dopo rimuovete queste foto, vi chiediamo di evitare di pubblicare le foto dei nostri bambini nel vostro giornale», ha scritto il 60enne.

«Sono un personaggio pubblico e accetto le foto spesso invadenti come parte del prezzo da pagare per fare il mio lavoro - ha continuato la star -. I nostri figli non hanno preso questo impegno. La natura del lavoro di mia moglie la vede affrontare e mettere sotto processo i gruppi terroristici e prendiamo tutte le precauzioni possibili per mantenere la nostra famiglia al sicuro. Non possiamo proteggere i nostri figli se una rivista mette i loro volti in copertina. Non abbiamo mai venduto una foto dei nostri ragazzi, non siamo sui social e non pubblichiamo mai foto perché farlo metterebbe a rischio la loro vita».

«Non un pericolo paranoico, ma problemi del mondo reale, con conseguenze del mondo reale. Ci auguriamo che siate d'accordo sul fatto che la necessità di vendere pubblicità non è maggiore della necessità di impedire che i bambini innocenti vengano presi di mira. Grazie», ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli