Germania, probabile riduzione Pil trim4 2021 - Bundesbank

·2 minuto per la lettura
La bandiera tedesca riflessa sulla finestra di un palazzo a Berlino

FRANCOFORTE (Reuters) - L'economia tedesca probabilmente ha visto una contrazione nel quarto trimestre poiché la produzione è rimasta vincolata dai colli di bottiglia dell'offerta e i consumi sono diminuiti a causa dei rinnovati timori sul coronavirus.

È quanto emerge dal rapporto mensile della Bundesbank.

La crescita nella più grande economia europea si è arrestata in autunno a causa della carenza di materiali e dei colli di bottiglia del trasporto marittimo che hanno frenato il vasto settore industriale del Paese, anche se i consumi hanno retto relativamente bene.

Tuttavia, anche i consumi delle famiglie hanno subito un duro colpo alla fine dell'anno a causa dei timori relativi alla variante Omicron, che ha costretto le imprese a ripristinare le restrizioni sulle attività.

"L'aggiustamento dei comportamenti e le misure di contenimento innescate in alcuni casi hanno avuto un impatto significativo sull'attività economica nel settore dei servizi, soprattutto nel mese di dicembre", ha detto la Bundesbank.

"È probabile che il Pil reale della Germania sia sceso leggermente nell'ultimo trimestre del 2021".

Le prospettive per il nuovo anno sembrano essere più rosee, tuttavia, dopo che la forte crescita della produzione industriale, sostenuta dall'allentamento dei colli di bottiglia dell'offerta, ha spinto l'attività nel settore manifatturiero al massimo degli ultimi cinque mesi a gennaio, secondo dei dati separati pubblicati oggi.

Le prospettive di inflazione, tuttavia, potrebbero richiedere più tempo per migliorare, ha affermato la Bundesbank, avvertendo che la crescita dei prezzi potrebbe rimanere "eccezionalmente alta" all'inizio del 2022 a causa dell'aumento dei costi energetici e dei problemi di consegna.

L'inflazione tedesca ha raggiunto il 5,7% a dicembre e la Bundesbank prevede che rimarrà al di sopra dell'obiettivo del 2% della Banca centrale europea almeno per tutto il 2024.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli