GF Vip, Signorini entra in Casa con il provvedimento: "Quella è la porta"

·2 minuto per la lettura
gf vip signorini provvedimento
gf vip signorini provvedimento

L’ultima diretta del GF Vip si è aperta in modo del tutto insolito. Alfonso Signorini è entrato in Casa per leggere ai concorrenti il provvedimento disciplinare deciso dalla produzione.

GF Vip: Signorini in Casa con il provvedimento

Abbiamo capito tutti che in Casa c’è una spaccatura evidente, con due fazioni ben distinte. Dobbiamo riflettere insieme su ciò che è accaduto in questi giorni perché avete perduto le linee guida di questo programma. E’ un GF che a me non piace più, che non mi appartiene“, ha esordito Alfonso Signorini collegandosi con i concorrenti. Il conduttore ha proseguito mostrando i comportamenti che hanno avuto negli ultimi giorni. Dopo aver provato a sentire le loro ragioni, Alfonso li ha invitati tutti in giardino: “Non esiste una gerarchia su chi si deve vergognare. Vi dovete vergognare tutti“.

Arrivati in giardino, i concorrenti sono stati freezati e Alfonso si è palesato davanti ai loro occhi per annunciare il provvedimento del GF Vip. Libero di parlare senza essere interrotto, ha dichiarato:

“Intanto vi leggo un cominicato del GF. Come sapete il GF è un gioco di strategia, di confronti, spesso anche di scontri, che possono essere diretti e molto duri, ma quello che sempre vi chiediamo è di mantenere un limite fatto di rispetto e buon senso. Abbiamo sentito in questi giorni espressioni inaccettabili. Le parole, i toni aggressivi, spesso offensivi che avete usato non fanno onore né a voi che l’avete dette, né a noi che l’abbiamo mandati in onda. E’ impossibile tollerare la vostra incapacità durante i confronti di ascoltare il vostro interlocutore. Il limite è stato decisamente oltrepassato. Il GF vi chiede di prendere atto e di riprendere lo spirito con cui avete iniziato questa avventura”.

Dopo aver letto il provvedimento del GF Vip, Alfonso ha fatto il suo discorso:

“Adesso vi dico perché sono qui: vi volevo vedere in faccia, uno ad uno, perché io vi ho voluto e alcuni di voi li ho corteggiati a lungo. Ero sicuro che tutti insieme avremmo fatto una bella avventura e avremmo offerto un gran bello spettacolo. Negli ultimi tempi non vi riconosco più e non riconosco il patto di fiducia che abbiamo sottoscritto e allora ho avuto bisogno di guardarvi. Non voglio un GF bacchettone, ma la tolleranza richiede intelligenza, giudizio. (…) Tre parole chiave: accoglienza, rispetto e ascolto. Accoglienza non è nelle parole di Katia. Rispetto non è nelle parole di Lulù. (…) Mancanza di ascolto: ma voi ascoltate quando vi parlate tra voi? Mi viene la rabbia perché la faccia la perdete voi, ma la perdo anche io che vi ho scelto. (…) Abbiate rispetto di voi e degli altri prima di aprire la bocca. Se vi rendete conto che non siete più in grado, quella è la porta, uscite: ve lo dico da amico perché credo in voi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli