Gianluca Grignani su Vasco Rossi: 'Mi ha usato'


Gianluca Grignani, intervistato da "Il Messaggero", ha ripercorso alcuni momenti della sua carriera.
Il cantante ha inoltre parlato della stima che nutre da sempre nei confronti di Vasco Rossi che nel suo ultimo tour lo ha omaggiato citandolo nella sua canzone 'Ti taglio la gola'.
"Io e Vasco siamo simili: c'è una base di ribellione comune. E poi ci piace ad entrambi godere tantissimo. Mi ha fatto piacere il suo omaggio", ha dichiarato.
"A lui tutto è concesso? Ha un bonus. Lui è furbo cita 'l'aiuola' (brano di successo di Grignani, ndr) su un suo pezzo come 'Ti ta*lio la gola' proprio per eludere le polemiche su quel brano. In questo caso ha usato me per non essere messo alla gogna. Chi lo conosce bene dice che è un serpente ammaliatore", ha affermato.
Il 50enne ha poi ricordato uno degli episodi più discussi della sua carriera.
Grignani in occasione del suo debutto al Festivalbar nel 1995, presentato quell’anno da Laura Freddi e Federica Panicucci, si rifiutò di cantare in playback suscitando non poche polemiche.
"Arrivai sul palco già nervoso. Fiorello (in gara con un remix di Un mondo d’amore, ndr) nel backstage mi aveva provocato, dicendomi cose che non posso riferire. Corsi sul palco. Mi introdussero dicendo le solite sciocchezze. Io volevo cantare e avevo chiesto di poterlo fare dal vivo. Avevo preparato un’esibizione particolare. Scoprii invece che c’era il playback. Mi infuriai", ha ricordato.
"Uno tra il pubblico mi tirò una biglia: mi prese sotto l’occhio. Lo puntai. Volevo scendere e prenderlo a pizze, la sicurezza mi fermò", ha raccontato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli