Gigi D'Alessio assolto: «Non ci fu evasione fiscale»

·1 minuto per la lettura

Gigi D'Alessio ha chiuso brillantemente le sue traversie legali col fisco.

Dopo anni di indagini, un giudice di Roma ha infatti stabilito che non ci fu evasione fiscale da parte del cantante e fatto cadere le accuse che coinvolgono Gigi e altre quattro persone presenti nel fascicolo, dichiarando che «il fatto non sussiste».

Il processo nasce da un'inchiesta del 2015 dei pm capitolini per un'evasione fiscale legata al mancato versamento di Iva e Ires.

I fatti risalgono al 2010 e coinvolgono insieme a D'Alessio tre suoi legali e un socio del cantante nella nella Ggd Productions srl, società riconducibile a D'Alessio, nei cui confronti la Procura aveva sollecitato una condanna a 4 anni per l'accusa di occultamento delle scritture contabili.

«Finalmente la giustizia ha fatto il suo corso», ha scritto Gigi D'Alessio sui social non appena il giudice ha chiuso la sua cartella.

«Oggi per me è un giorno felice perché la verità è venuta a galla, dopo oltre dieci anni di ombre pesanti per me e i miei collaboratori, in cui ci siamo dovuti difendere da accuse infondate che hanno infangato la nostra serietà e il nostro lavoro».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli