Gilet arancioni a Milano, è polemica sull'assembramento

(Photo by Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images)

Gilet arancione come divisa e bandiere tricolori da sventolare, il movimento dei Gilet arancioni è sceso in piazza Duomo, a Milano, e in contemporanea in altre città italiane.

Capitanati dal leader, l'ex generale dei carabinieri Antonio Pappalardo, i manifestanti sono tornati ad avanzare le loro richieste: la fine del governo Conte e l'avvio di un nuovo governo nazionale, l’elezione di un’assemblea costituente per approvare una nuova legge elettorale e la coniazione della lira italica.

Centinaia di persone hanno manifestato senza distanza di sicurezza e in molti casi senza mascherina, come dimostrano le foto che hanno creato molta indignazione sui social.

LEGGI ANCHE: Gilet arancioni, sale la rabbia sui social

Il commento del sindaco

Anche il sindaco Beppe Sala ha commentato l'assembramento su Twitter: "Ho chiesto al prefetto di denunciare gli organizzatori della manifestazione dei cosiddetti 'gilet arancioni': è un atto di irresponsabilità in una città come Milano che così faticosamente sta cercando di uscire dalla difficile situazione in cui si trova".

Scopri @Yahooita, seguici anche su Instagram!

GUARDA ANCHE: Un nuovo inizio per Milano