Giornata mondiale del sorriso: ecco i suoi effetti sulla salute

Sono tante le aree del nostro cervello che vengono coinvolte quando sorridiamo. Innanzitutto l'ipotalamo laterale, che è la sede in cui non solo nasce l'eccitazione, ma anche la riduzione della sensibilità al dolore, la regolazione della pressione sanguigna e le funzioni digestive. Poi c'è il cervelletto, "dedicato" al linguaggio e alla percezione visiva. Infine l'opercolo parietale, responsabile di parte dei processi legati ai sensi, come il tatto e la percezione della temperatura.

Naturalmente è coinvolta anche l'amigdala, coinvolta nel processo di memorizzazione, nel prendere decisioni e nelle reazioni emotive.

Rafforza le difese immunitarie


Altro che integratori, basta sorridere spesso per avere difese immunitarie forti. Sorridere spesso riduce nel tempo la pressione sanguigna e i livelli di cortisolo, che è l'ormone dello stress.

Sorridere è un'azione amica del cuore e della pelle


Aiutando ad abbassare il cortisolo è amico del cuore, perché abbassa la pressione. Aiuta a tenere lontane le malattie cardiovascolari. Naturalmente migliorando la circolazione del sangue, rende più tonica ed elastica anche la pelle, aiutando a prevenire rughe e smagliature.

Migliora anche la vita sessuale


Anche la vita di coppia giova della voglia di sorridere insieme. Giocare e divertirsi anche durante il sesso fa bene alla coppia assicurando una storia lunga e felice. Sorridere rende più attraenti e fa bene all'autostima.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 


Il segreto della felicità per la scienza? Ridere di sé


Ridere è una medicina


Marco Bianchi: «Ecco gli ingredienti giusti per ritrovare la carica»

Ridere insieme e dirsi «grazie»: così la coppia diventa più forte