Gli esercizi per vivere a lungo e in salute

·2 minuto per la lettura
attività fisica longevità sana
attività fisica longevità sana

Per godere di una longevità in salute, bisogna agire fin da giovani e seguire un corretto stile di vita. L’alimentazione in questo senso è fondamentale, come anche praticare in maniera regolare l’attività fisica. Vediamo qual è il migliore allenamento per una longevità sana.

Longevità sana: per ottenerla occorre un’attività fisica regolare

Per vivere a lungo e in salute, occorre prestare attenzione all’attività fisica e soprattutto alla frequenza con cui la si pratica. È importante, quindi, allenarsi spesso e con regolarità. Gli esperti raccomandano almeno 5 o 10 ore di attività fisica a settimana, con uno sforzo fisico abbastanza intenso da stimolare i muscoli nonché tutte le funzioni dell’organismo.

Attività fisica per una longevità sana: allenamento aerobico

Per poter stimolare il fisico adeguatamente, e godere così di una longevità sana, occorre camminare tutti i giorni almeno un’ora al giorno a passo veloce. Bisogna quindi trovare il tempo da dedicare ad una marcia regolare, a passo sostenuto.

A questa attività fisica si deve aggiungere l’allenamento aerobico vero e proprio, da praticare a giorni alterni durante la settimana e nei weekend, da un minimo di 40 minuti fino a un massimo di due ore. In questo senso il nuoto, la bicicletta e la corsa sono delle attività perfette per mantenersi in forma e stimolare adeguatamente i muscoli.

Per quanto riguarda l’intensità dell’allenamento, va adeguato in base all’età e alle proprie condizioni fisiche, anche se è sempre raccomandata un’attività fisica moderata o intensa. Questo, infatti, stimola tutti gli organi, ne migliora le funzionalità, migliora la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti, allungando così la nostra vita.

Attività fisica per una longevità sana: mantenimento muscolare

L’attività fisica per godere di una longevità sana non dovrebbe basarsi solo sull’allenamento aerobico, ma anche sul mantenimento muscolare, da ottenere con o senza l’ausilio di pesi.

È sempre sconsigliato eccedere negli allenamenti, specie se si soffre di stati infiammatori ai muscoli, ma sono raccomandati quegli esercizi con un sovraccarico di almeno il 70% del carico massimale. Questo tipo di esercizi sono raccomandati per almeno due o più giorni a settimana per tutti i principali gruppi muscolari, come braccia, gambe, schiena, petto, spalle e addome, evitando però di allenare lo stesso gruppo muscolare per due giorni consecutivi. Infine, per evitare infortuni, è necessario procedere con gradualità nell’intensità degli esercizi, eseguendoli con la tecnica corretta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli