Gli hotel lodge nelle oasi italiane del WWF per rifugiarsi nella natura protetta, con stile

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature
Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature

Mille ettari di un'oasi WWF, 18 lodge in legno. Neanche un’automobile, solo veicoli elettrici. Un lago privato e una piscina naturale tra piante rare, animali protetti, coltivazioni di frutti di bosco, cereali antichi e mucche al pascolo. Due ristoranti, silenzio e panorami infiniti. L’Oasy Hotel in Nature Dynamo, a San Marcello Piteglio, sull’Appennino pistoiese, è il primo di una serie di nuovi hotel che apriranno all’interno delle oasi italiane del WWF.

Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature
Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature

Si tratta di territori dove la tutela della natura è garantita dalle linee guida dell’associazione ambientalista. Non sono mai luoghi qualunque, ma ecosistemi particolarmente rari o preziosi dove il WWF, insieme ai proprietari delle oasi, sviluppa ricerche scientifiche, sperimenta tecniche di gestione e porta avanti programmi di sensibilizzazione alla natura.

Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature
Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature

Nell’oasi Dynamo, a mille metri di altitudine, tra le faggete dell’Appennino, l’immersione nella natura – quella che ci è così mancata nei lunghi mesi di isolamento - è totale, in tutte le stagioni. Dai cottage dell’Oasy Hotel si può partire a piedi per lunghi trekking nei boschi, giri in mountain bike, passeggiate a cavallo, pagaiate in canoa o con gli Stand-up Paddle, esercitazioni di orienteering, sessioni di yoga, gite con i ranger per conoscere gli animali selvatici di cui l’area è particolarmente ricca: impossibile non imbattersi in caprioli, mufloni, cervi, daini, volpi, faine, donnole e non riconoscere le tracce del lupo che nell’oasi viene studiato e monitorato attraverso fototrappole. Numerosi anche i rapaci (aquila reale, falco, poiana, astore, biancone), oltre al picchio e l’upupa. In primavera ed estate sono i prati fioriti ad ammaliare, in autunno i colori dell’indian summer, d’inverno l’incanto della neve del comprensorio dell’Abetone.

Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature
Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature

I 18 cottage in legno sono pensati per coppie, per famiglie e anche per gruppi di amici: per il relax può bastare lo sdraio sulla veranda panoramica, altri vorranno approfittare dell’area wellness (aperta da giugno) o della piscina naturale, con acqua esclusivamente filtrata e non trattata chimicamente.

Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature
Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature

I due ristoranti del resort servono quasi esclusivamente prodotti coltivati all’interno dell’oasi: le carni degli allevamenti di Limousine e Cinta senese, latticini e formaggi, cereali antichi e frutti di bosco freschi o trasformati. Le Felci, più elegante e formale, serve à la carte. Casa Luigi invece è una cascina per barbeque e tavolate all’aperto. Entrambi i ristoranti sono aperti anche a chi non risiede all’Oasy Hotel (solo su prenotazione).

Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature
Photo credit: Courtesy Oasy Hotel in Nature

L’accesso all’oasi Dynamo è strettamente regolamentato: si può visitare in occasione delle gite programmate dal WWF (accesso 15 euro) oppure su richiesta per gruppi (200 euro).