Gorizia, morto bambino di 12 anni: è caduto in un pozzo

Gorizia, morto bambino di 12 anni: è caduto in un pozzo (Getty Images)

Un bambino di 12 anni è morto cadendo in un pozzo profondo una trentina di metri nel parco Coronini Cromberg a Gorizia. Stando alle prime informazioni, il ragazzino si trovava con il centro estivo. Gli animatori, secondo quanto riferito dal sindaco della città, avevano “posizionato la mappa della caccia al tesoro" sulla copertura del pozzo "usandola come appoggio". 

GUARDA ANCHE - Fulmine in campo colpisce giocatore

Immediato l'intervento dei vigili del fuoco, con il personale Saf, per il recupero del dodicenne, ma per il ragazzino non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono presenti anche carabinieri e personale del 118. Secondo alcune fonti del comune di Gorizia, il piccolo non ha risposto alle sollecitazioni dei soccorritori.

Il parco in cui è avvenuta la tragedia si trova in centro a Gorizia, lungo viale XX settembre. Il pozzo nel quale è caduto il bambino non sarebbe una cavità naturale, ma una costruzione artificiale nei pressi di un palazzo. Si tratta di un tipico pozzo dalla muratura circolare alta circa 50 centimetri.

Bambino nel pozzo a Gorizia: la dinamica della tragedia

Il pozzo dove è caduto il bambino aveva una copertura fissata in maniera stabile e, proprio di recente, era stata oggetto di controlli, ha spiegato il sindaco Rodolfo Ziberna, che è anche il presidente della Fondazione che gestisce il parco.

"Nessuno riesce a darsi una spiegazione - ha spiegato commosso - erano state fatte tutte le verifiche rispetto alle misura di sicurezza adottate. Il coperchio del pozzo era ancorato con quattro giunti su ognuno dei lati. Da quanto mi hanno riferito, gli animatori del centro estivo avevano posizionato sopra la mappa della caccia al tesoro, usandolo come appoggio".

Il dolore del sindaco di Gorizia

"È una tragedia che non riesco nemmeno a commentare, sono distrutto dal dolore per questo dramma che ci colpisce in maniera così devastante", ha detto il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna. "La nostra comunità è letteralmente sconvolta per quanto successo - ha aggiunto il sindaco - il piccolo è figlio di una coppia molto nota in città: nei prossimi minuti mi recherò personalmente a casa loro per far sentire la vicinanza della città".

GUARDA ANCHE - Sgominata rete di pedofili