“Grande Fratello Vip”: il padre delle “principesse” Selassiè in carcere a Lugano

·1 minuto per la lettura

Sul “Grande Fratello Vip” è piovuto l'ennesimo scandalo.

Il padre di Clarissa, Jessica e Lucrezia Selassiè è in prigione in Svizzera, rinchiuso nel carcere di Lugano per aver contraffatto i documenti dalla famiglia imperiale da cui millanta di discendere.

In realtà - secondo il report di Oggi - Aklile Berhan Makonnen Hailé Selassié sarebbe solo il figlio di un giardiniere italiano che lavorava nel palazzo imperiale di Hailé Selassié.

«Rientrato in Italia, ha vissuto il sogno di recuperare l’immenso tesoro del Negus – scrive la rivista -. Fu così che convinse alcuni discendenti legittimi di Hailé Selassié, ormai poveri in canna che vivevano in vari Paesi, a firmargli una delega e a chiudere un occhio sulla sua affermata discendenza dal duca di Harar, secondogenito dell’imperatore».

Il settimanale fa una duplice rivelazione: mentre il padre è detenuto nel carcere di Lugano colpito da un mandato di arresto internazionale, la gieffine avrebbero taroccato i propri titoli di studio e il loro albero genealogico.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli