Gua Sha: cos’è, come si usa e a cosa serve

gua sha come si usa

Le star sono sempre alla ricerca di nuove tecniche innovative per preservare la loro bellezza. Sta spopolando da un po’ su Instagram un rituale di bellezza di origine orientale: il Gua Sha. Si tratta di un massaggio sul viso da svolgere utilizzando strumenti realizzati in pietra, come giada e quarzo rosa. Vediamo insieme nel dettaglio cosa rende questo trattamento così amato dalle celebrities, tanto da essersi guadagnato il soprannome di Botox Naturale.

Gua Sha: come si usa e le proprietà della pietra

Il Gua Sha è un rituale di bellezza della medicina cinese con una tradizione antichissima. Inizialmente usato solo sul corpo, si è successivamente scoperta la sua efficacia anche sul viso. Si tratta di un massaggio realizzato tramite lo scorrimento sul viso di uno strumento composto da pietre dure, come giada e quarzo rosa. L’efficacia è dovuta al calore prodotto dallo sfregamento, Gua infatti vuol dire strofinare e Sha calore. Va svolto su pelle perfettamente pulita, su cui viene applicato un olio o una crema. Si può fare nelle spa di lusso, nei centri estetici, ma anche comodamente sul divano di casa, prendendosi del tempo per se stessi. Se praticato quotidianamente, questo trattamento promette di apportare numerosi benefici, rendendo la pelle più elastica, attenuando le rughe e allentando la tensione muscolare. Dopo aver scaldato la pietra tra le mani si devono compiere dei movimenti molto lentamente, seguendo l’andamento delle rughe.

Quarzo rosa

Il quarzo rosa è conosciuto come pietra dell’amore, tanto da essere associato alla dea Venere. Gli antichi Egizi credevano che questa pietra fosse in grado di rallentare l’invecchiamento. Veniva tradizionalmente usato con i neonati, per facilitare, nel momento della nascita, la transizione dal mondo spirituale a quello fisico. Una particolarità che rende il quarzo rosa unico tra i minerali è la sua particolare colorazione, di cui è ancora incerta l’origine. Si trova principalmente negli Stati Uniti, in Madagascar, in Brasile e in India. In cristalloterapia la pietra è usata soprattutto per trattare il cuore e la circolazione sanguigna.

gua sha

Giada

La giada è una pietra dura che appartiene ai silicati, può avere diverse colorazioni, ma generalmente è verde. I Maya e gli Aztechi pensavano potesse avere proprietà contro i dolori, mentre gli artigiani cinesi la usano molto spesso per realizzare statue di draghi. Nel Fengh Shui (arte geomantica taoista della Cina) è considerata simbolo di prosperità e salute. Il cristallo di giada è conosciuto anche come pietra dell’eterna giovinezza ed è infatti tra quelli più impiegati per ridurre la tensione muscolare e le rughe del viso.

gua sha