Guenda Goria dopo l’intervento: il racconto del suo calvario


Guenda Goria, che la scorsa settimana è stata operata d’urgenza dopo alcune complicazioni dovute a una gravidanza extrauterina, ha ripercorso il suo calvario in ospedale durante un’intervista rilasciata al settimanale “Visto”.
“Ero in gravidanza pur non avendo alcun sintomo. Purtroppo però il bimbo non stava crescendo nel posto giusto. Mi hanno proposto di fare un intervento poi però abbiamo deciso di trovare un’opzione meno invasiva con una terapia farmacologica”, ha raccontato.
“Ho passato una notte infernale tra fitte, conati e un’altra emorragia. Non hanno potuto fare altro che operarmi d’urgenza per non rischiare il peggio. Mi è stata tolta la tuba perché era irrecuperabile”, ha confidato la figlia di Maria Teresa Ruta e Amedeo Goria.
Fortunatamente la musicista ha sempre potuto contare sulla vicinanza dei suoi cari, tra cui il fidanzato Mirko Gancitano.
“Mirko non mi ha lasciata un attimo da sola. Il mio obiettivo è di riprendermi e stare accanto a Mirko che ha tanto bisogno di me. Anche se non me lo fa vedere, so che è molto provato e che sta soffrendo tanto”, ha affermato.
La strada per la guarigione è ancora lunga ma Guenda non ha assolutamente nessuna intenzione di mollare.
“Sto recuperando giorno per giorno. Sono un po’ stanca ma so che il percorso post operatorio è così. Sono fiduciosa e so che tutto si sistemerà per il meglio”, ha chiosato.
Recentemente l’ex gieffina ha anche rivelato di non aver rinunciato al suo sogno di diventare madre.
“Proverò ancora ad avere un figlio, ma anche l’adozione è amore”, ha detto la 33enne a “Fanpage”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli