Guendalina Tavassi rivela: ‘Ho minacciato mia figlia per costringerla a partecipare a Miss Italia’


Guendalina Tavassi ha rivelato di aver addirittura “minacciato” la figlia Gaia per costringerla a partecipare a Miss Italia. L’ex gieffina ha raccontato a ‘Novella2000’ di averlo fatto per dare un boost di autostima alla giovane, che ha da poco compiuto 18 anni.
Parlando della ragazza, avuta dall’ex Remo Nicolini, Guenda ha raccontato: “Volevo che facesse un’esperienza diversa e che si rendesse conto che è molto bella, contrariamente a quanto pensa”.
“Mia figlia è la ragazza più insicura che io conosca: passa le sue giornate a dire che si sente brutta. Nemmeno esce perché si sente brutta. Io mi sono detta che dovevo fare qualcosa e così quando ho visto il form di iscrizione al concorso su Instagram, l’ho compilato. Ma non sapevo come dirglielo. Mi ha detto che sono matta, e che comunque non l’avrebbero mai chiamata”, ha aggiunto.
“L’hanno chiamata, ma lei non voleva andare. Così, l’ho minacciata: le ho detto che le avrei sequestrato il telefono e l’ho costretta. Alla prima selezione stava lì come un cane bastonato. Alla seconda selezione ha vinto la fascia: le avevo raccomandato di sorridere, evidentemente mi ha ascoltato, perché in tutte le foto era sorridente. E bellissima”, ha continuato.