Guendalina Tavassi, terribile racconto: ‘Mio marito mi prendeva a bastonate in testa’


Sono terribili le dichiarazioni rese da Guendalina Tavassi davanti ai giudici del Tribunale di Roma e riportate da ‘Il Messaggero’ e altri organi di stampa.
La 35enne durante l’udienza ha raccontato del trattamento disumano che le avrebbe riservato l’ex marito Umberto D’Aponte, padre dei suoi figli Chloe e Salvatore. Lo accusa di averla addirittura “presa a bastonate in testa”. “Mi ha inseguito con una mazza da baseball e mi ha preso a bastonate in testa”, ha fatto sapere la Tavassi, come riporta il quotidiano romano.
Durante la loro era relazione “era un continuo minacciarmi e denigrarmi”, ha aggiunto. “Abbiamo litigato e ha spaccato il vetro della finestra che è finito nella culla del bambino”, ha continuato. E ancora: “Una volta mi ha rotto il naso lanciando le chiavi della mia auto”.
Nel febbraio di quest’anno D’Aponte è finito in carcere per aver violato un ordine restrittivo relativo al divieto di avvicinamento a Guendalina. Ha aggredito il nuovo compagno di lei, Federico Perna, davanti alla scuola dei loro figli.
In passato Guendalina aveva raccontato, anche se solo in parte, quanto le stava succedendo via social, mostrandosi in più occasioni in lacrime e con evidenti segni di percosse sul corpo.