Guida di sopravvivenza in cucina

Conoscere qualche trucchetto in cucina è un grosso vantaggio. A voi 4 imperdibili consigli: Riconoscere le uova fresche Immergere l’uovo in un bicchiere d’acqua: se affonda e si ferma è fresco, se rimane a metà può essere utilizzato ma va cotto bene, se galleggia non è più buono. Il principio dietro questo metodo è che più l’uovo è vecchio, più aria contiene al suo interno. Niente lacrime con la cipolla: Prima di tagliare la cipolla, sfregare il tagliere con un limone. Questo eviterà le lacrime e salverà il legno dall’odore penetrante del bulbo. In alternativa, affettare la cipolla masticando lentamente un pezzo di pane o trattenendo in bocca dell’acqua. Troppo sale? I metodi “salva-piatto” Aggiungere acqua o una patata tagliata a fette alla preparazione salata può risolvere la situazione. Sugo o ragù, invece, si salvano con della panna da cucina. Forno ventilato o statico? La scelta della cottura in forno statico o ventilato dipende dalla pietanza. Il forno statico scalda i cibi lentamente e delicatamente, ma in modo meno uniforme. Nel forno ventilato, una ventola muove l’aria calda consentendo una cottura veloce e regolare, adatta agli alimenti che necessitano di una crosticina croccante e di un interno morbido.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli