Guinness, ritirata nuova birra analcolica per contaminazione microbiologica

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Dublin, Republic of Ireland - May 02, 2010: A few pints of Guinness standing on the table.
Dublin, Republic of Ireland - May 02, 2010: A few pints of Guinness standing on the table.

È durata solo poche settimane la presenza della nuova birra analcolica della Guinness, la Guinness 0.0, sugli scaffali dei supermercati del Regno Unito. La nota azienda irlandese, produttrice di una delle birre più famose e particolari al mondo, ha deciso di ritirare il prodotto in maniera precauzionale, per via di una possibile “contaminazione microbiologica”.

Nel contempo, Guinness ha anche esortato i clienti a contattarli per ottenere un rimborso e restituire le lattine. Nella stessa dichiarazione, è stato anche sottolineato come il problema sia isolato e riguardi solo il nuovo prodotto, non tutte le altre varianti della loro birra.

LEGGI ANCHE: Previsti decenni di crescita per il leader mondiale della birra

Come molti altri grandi marchi, anche Guinness si era lanciata da poco nel mercato della birra analcolica, un business che negli ultimi anni è cresciuto molto. Per realizzare la Guinness 0.0 vengono impiegati gli stessi ingredienti naturali (acqua, orzo, luppolo e lievito) della birra alcolica. L'unica differenza è la rimozione dell'alcool attraverso un processo di filtrazione a freddo.

La Guinness 0.0 ha solo 16 calorie per 100 millilitri, mentre quella originale ne contiene 37. Il prodotto è stato lanciato in lattine da 440 ml nel Regno Unito solo poche settimane fa, prima di essere reso disponibile nei pub di Irlanda e Gran Bretagna nella primavera del 2021. La birra analcolica di casa Guinness è destinata a essere venduta in tutto il mondo alla fine del prossimo anno.

VIDEO - Birra, in Sicilia è boom di consumi