Gwyneth Paltrow bellissima (e felice) senza trucco a 48 anni è un'ode alla skin positivity

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Gary Gershoff - Getty Images
Photo credit: Gary Gershoff - Getty Images

Un selfie semplicissimo con lei in primo piano, senza trucco e senza inganno: Gwyneth Paltrow a 48 anni non fa mistero del proprio volto, così come del proprio corpo, mostrandosi libera di essere se stessa nei suoi anni, senza filtri né ritocchi. D'altronde l'attrice, ex moglie del leader dei Coldplay Chris Martin, è sempre stata promotrice di uno stile di vita più naturale e genuino (vedi il suo brand Goop), che si riflette anche nella sua spontaneità e libertà, e soprattutto nella sua ironia.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Certo, alla base c'è una bellezza naturale, questo è innegabile, ma sono tantissime le star che nonostante il dono raro del fascino innato ricorrono a ritocchi chirurgici e digitali, mai mostrando il lato più naturale di sé.

Invece il concetto di bellezza e la percezione del corpo delle donne stanno cambiando profondamente: l'imperfezione è quel dettaglio che sottolinea l'unicità di una persona come di un volto ed è la caratteristica sulla quale puntare per spiccare e raccontare la propria personalità. Così le rughe raccontano un vissuto che non va cancellato ma esaltato: come Gwyneth, anche Drew Barrymore, Kate Hudson, Michelle Pfeiffer, JLo e tantissime altre superstar, vere e proprie dive, hanno condiviso selfie di loro stesse senza make-up, finalmente libere di potersi mostrare al mondo struccate, anche nelle loro rughe. Un gesto fino a qualche anno fa letteralmente impensabile.

Ma i cosiddetti difetti del viso non sono soltanto i segni del tempo, sono anche la vitiligine, per esempio, i brufoli o l'acne. Grazie ai social, sono sempre di più modelle, attrici e cantanti che mostrano tutta la loro normalità condividendo anche le loro debolezze e mostrando problematiche e cicatrici, raccontando il loro percorso di accettazione e facendo sentire meno sole e sbagliate le ragazze e le donne di tutto il mondo. Le paladine nostrane Aurora Ramazzotti e Matilda De Angelis sono un ottimo esempio di skin positivity, ormai vero e proprio movimento.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Insomma, può Gwyneth Paltrow con un semplice selfie cambiare il mondo? No, ma è un primo passo verso un cambiamento molto più profondo, che le nuove generazioni stanno portando avanti con grande determinazione e convinzione, per una cultura e una bellezza più eque e soprattutto reali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli