Gwyneth Paltrow e il Botox: ‘L’ho fatto, che imbarazzo!’


Gwyneth Paltrow ha detto che fare il Botox quando aveva 40 anni l’ha messa in grande imbarazzo. L’attrice Premio Oscar, che martedì ha compiuto 50 anni, ha aggiunto che sottoporsi a quelle punture è stato un “cliché”. Lo ha fatto perché dopo aver superato gli “anta” si è “spaventata”.
Parlando con Vogue ha affermato: “Mi sento bene. Sto alla grande, sono felice e appagata. Stranamente non sono spaventata (di compiere 50 anni, ndr). Mi ricordo quando ho compiuto 30 anni, c’era tanta pressione perché avessi dei figli e mi sposassi. Non avevo una relazione seria e pensai, ‘Sto deludendo i miei genitori. Non ho sposato un trader o un avvocato e sono un’artista stramba”.
“Quando hai 20 anni sei un bambino, e credo che quando raggiungi i 30 inizi a prendere in mano la tua vita. Poi arrivata a 40 mi sono spaventata completamente. Mi ricordo di essere andata da un dottore a fare il Botox. E’ stato terribile. Davvero imbarazzante. Mi dissi che era un cliché totale”, ha proseguito. “Ho pensato di dover ridefinire così tanti aspetti di chi sono”, ha aggiunto.
Gwyneth, che ha due figlie, Apple, 18 anni, e Moses, 16, insieme all’ex marito Chris Martin, ha sottolineato che compiere 50 anni è stato molto più semplice.
Sul social ha fatto sapere: “Compiere 50 anni è stato molto più facile di quanto pensassi. Nell'ultimo anno circa, ho rimuginato sui diversi capitoli della vita di una donna. Cosa significa attraversare la perimenopausa e poi la menopausa? E perché è un tabù?”.
“Ho davvero ricalibrato il modo in cui guardo queste cose. Non mi rapporto a una modella di 26 anni. Non voglio la sua vita. Non voglio la sua faccia. Non voglio la sua esperienza”, ha aggiunto.
“Mi sono guadagnata la vita. Mi sono guadagnata le rughe. Ho passato così tanti alti e bassi, e c'è una dolcezza che inizia a emergere in questo, dall'aver vissuto, dall'essere saggio, dall'essere umile, dall'amare e dal perdere altre cose", ha concluso.