Gwyneth Paltrow torna a parlare di Chris Martin e spiega perché non avrebbe mai voluto il divorzio

Di Monica Monnis
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Kevin Mazur - Getty Images
Photo credit: Kevin Mazur - Getty Images

From ELLE

Con la loro separazione amichevole hanno fatto scuola ma questo non vuol dire che il loro divorzio sia stato una passeggiata. Non ci sono state recriminazioni via stampa, litigi per la custodia dei figli sulle prime pagine dei giornali, accuse pesanti e diffamatorie, ma la separazione è stata comunque un "fallimento" difficile da accettare. Vedere sgretolare il sogno del vissero felici e contenti e l'idea di una famiglia unita ha lasciato le sue cicatrici, ma anche tanti insegnamenti da cui ripartire per rincorrere l'happy end. Gwyneth Paltrow è tornata a parlare dell'addio a Chris Martin ammettendo senza troppi giri di che "non avrebbe mai voluto separarsi dal padre dei suoi figli".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Ospite del podcast Unqualified di Anna Faris, Gwyneth ha definito "devastante" l'esperienza del divorzio, conscious uncoupling o meno, confessando alla collega di non aver mai desiderato che le cose evolvessero in questo modo (la coppia si è sposata nel 2003 per annunciare il break up nel 2014 ndr). "Il divorzio era l’ultima cosa al mondo che avrei voluto. Però mi ha insegnato tanto su me stessa", ha raccontato l'attrice come riporta Page Six, "proprio grazie a quello che imparato in quel periodo, ho potuto costruire qualcosa che mai avevo avuto prima con l’uomo più sorprendente del mondo".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Il riferimento è al marito Brad Falchuk, sposato il 29 settembre 2018, con cui all'inizio è andata con i piedi di piombo. "Per un bel po’ siamo stati solo amici, poi all’improvviso ci siamo innamorati. All’inizio avevo tanti dubbi, ero molto spaventata, perché Brad è una persona che richiede intimità e comunicazione costante e io non mi sentivo in grado di offrirglieli", ha spiegato parlando della relazione con il marito, che in ogni litigio la costringe "a parlare di quello che sta succedendo per capire come risolvere il problema" aiutandola a conoscersi, a capire e a crescere. "Stare con lui è come stare con una sorta di maestro di jiu-jitsu che ti dice: 'Ti mostrerò le tue debolezze e i tuoi punti di forza in modo che tu possa vincere e avanzare'".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Oggi i rapporti tra Gwy e Chris sono ottimi, lei lo ha definito "suo fratello" e ha solo parole di ammirazione per la sua fidanzata Dakota Johnson. Un co-parenting tanto voluto per amore dei figli Apple (nata nel 2004) e Moses (2006), anche se con "alti e bassi" come raccontato dalla stessa Paltrow all'amica Drew Barrymore lo scorso settembre. "Ci sono giorni buoni e giorni cattivi. Ma l'importante è essere guidati dallo stesso scopo di unità e amore, da ciò che è meglio per i nostri figli", aveva detto, "la responsabilità è al 50 per cento. Non importa cosa pensi, se credi di aver subito un torto o percepisci male le azioni dell’altro. Se sei abbastanza coraggioso da assumerti la tua metà di responsabilità, allora andrà tutto bene".