Gyumri: cosa vedere nella città armena, i luoghi più importanti

gyumri cosa vedere

La guida a cosa vedere a Gyumri, la città dell’Armenia, capoluogo della provincia di Shirak. Una città piena di luoghi suggestivi e misteriosi, che meritano di essere visitati. Vediamo quali sono i luoghi da non perdere.

Gyumri: cosa vedere

Seconda metropoli del paese, Gyumri è situata nel nord-ovest ed è una delle città più vivibili dell’Armenia. Una città dal passato ricco e che ci contraddistingue dalle altre per bellezza, architettura, arte e cultura.

Il nome di questa località ha subito numerosi cambiamenti nel corso della sua storia. Nota, in origine, come Kumayri, divenne poi Alessandropoli (Aleksandropol’) tra il 1840 ed il 1924, poi Leninakan dopo la morte di Lenin e fino alla dissoluzione dell’Unione Sovietica nel 1990 quando prese l’attuale denominazione.

La città, nel 1988, è stata colpita da un violento terremoto che ha causato ingenti danni. Nella città è stata eretta una statua dedicata al cantante franco-armeno Charles Aznavour che ha raccolto fondi per il soccorso alla popolazione nel dopo terremoto.

Da allora la città è stata ricostruita, mantenendo, però, alcune delle cicatrici del terremoto. Ma vediamo, adesso, quali sono i luoghi più interessanti da visitare.

Gyumri

La Fortezza Nera

Sev Berd o Fortezza Nera è una fortezza imperiale russa abbandonata a Gyumri. La fortezza, che si trova a 8 chilometri dal confine turco, fu costruita in risposta alla guerra russo-turca del 1828-1829.

È un monumento del patrimonio culturale nazionale in Armenia, molto suggestiva, caratterizzata dai colori scuri dei mattoni e dei materiali utilizzati per la sua costruzione.

Chiesa del San Salvatore

Una struttura davvero particolare è quella della Chiesa del San Salvatore, una chiesa del XIX secolo.

La chiesa sopravvisse al terremoto del 1926. All’inizio degli anni ’30, fu confiscato dal governo sovietico e il campanile fu distrutto nel 1932. Successivamente nel 1964, il campanile fu restaurato. Tuttavia, durante il dominio sovietico, l’edificio della chiesa fu utilizzato come museo e successivamente come sala per concerti di musica classica.

Con il devastante terremoto del 1988 , la Chiesa del Santo Salvatore è stata gravemente danneggiata e ha subito un intero processo di rinnovamento dal 2002. Attualmente, il rinnovamento è nelle sue fasi finali e la chiesa avrebbe dovuto essere riaperta nel 2015.

Museo di architettura di Gyumri

Il Museo architettonico di Gyumri, o il Museo di architettura nazionale Dzitoghtsyan, è l’attrazione più popolare tra i turisti, e il luogo più visitato di Gyumri.

In origine, questa era una casa famosa della famiglia Dzitoghtsyan che fu costruita dai quattro fratelli che, nel 1872, emigrarono dal villaggio armeno occidentale di Dzitogh nella città di Alexandropol, ora Gyumri. L’edificio è caratterizzato dalla famosa pietra di tufo rosso armeno.

Vartanants Square

Vartanants Square è la piazza principale della città, che di sera si illumina con fontane colorate e le splendide illuminazioni del Municipio.

Un luogo vibrante e molto popolare, sia per i turisti che per i residenti, perfetto per riposarsi ad ogni ora della giornata.

municipio piazza