Harry e Meghan: pronta una nuova azione legale contro la BBC

·1 minuto per la lettura

Il Principe Harry e la moglie Meghan hanno inviato una lettera di diffida alla BBC per aver riportato notizie «false e diffamatorie» sul nome dato alla figlia neonata.

I Duchi di Sussex hanno accolto la bambina il 4 giugno, rivelando di averla chiamata Lilibet Diana, in onore della nonna di Harry, la Regina Elisabetta, e della madre del reale britannico, la principessa Diana.

Poco dopo il lieto evento si era diffusa la notizia secondo cui i neo genitori bis avessero chiesto l’approvazione della monarca nell’usare il nomignolo con cui veniva chiamata da bambina; tuttavia, secondo il corrispondente della BBC Jonny Dymond, le cose stanno diversamente.

Citando fonti vicine alla royal family, il giornalista ha spiegato: «Il Duca ha parlato con la sua famiglia prima dell’annuncio, infatti sua nonna è stata la prima persona della famiglia ad aver chiamato».

«Durante la telefonata, ha condiviso il desiderio di chiamare la figlia Lilibet in suo onore. Lei non era d’accordo. Non avrebbero dovuto utilizzare quel nome».

Dopo le illazioni, gli avvocati dello studio legale londinese Schillings, in rappresentanza di Harry e Meghan, si sono detti pronti ad avviare un’azione legale contro la BBC.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli