Harry: «Ho avuto accesso a documenti secretati sulla morte di mia madre»

Alcuni anni fa, il Principe Harry ha chiesto di accedere ad alcuni documenti governativi top secret sulla morte della madre Diana.

Durante un’intervista per ITV a margine della promozione della sua autobiografia «Spare», il Duca di Sussex è tornato a parlare del disturbo post-traumatico da stress vissuto dopo la tragica morte della principessa, avvenuta nel 1997 a seguito di un incidente stradale a Parigi.

Nei documenti visionati erano presenti foto dell’incidente e della stessa Diana in fin di vita.

«Avevo saputo che erano state scattate delle foto. Lì ho cominciato a capire la responsabilità dei paparazzi che la inseguivano», ha rivelato. «Sarò per sempre grato a Jamie (il suo ex segretario privato; ndr) per avermi mostrato ciò che riteneva opportuno e aver rimosso alcune cose che non erano necessarie».

Per Harry, dopo oltre 25 anni dalla morte di Lady D, ci sono ancora molti aspetti inspiegabili sulla dinamica dell’incidente. Tale convinzione è cresciuta dopo che il 38enne, alcuni anni fa, ha guidato ad alta velocità all’interno del tunnel dove è morta la madre.

«È quasi fisicamente impossibile perdere il controllo di un veicolo in quel punto, a meno che tu non sia completamente cieco al volante», ha aggiunto il principe, puntando il dito contro i paparazzi. «Le persone responsabili della sua morte se la sono cavata tutte».

Bocche cucite nella royal family, che ha scelto la strada del silenzio dopo le recenti bordate di Harry.