Harvey Weinstein: la resa dei conti è vicina

Il co-fondatore della Miramax è attualmente sotto processo a Los Angeles per 11 accuse di violenza sessuale.

Weinstein era stato condannato per stupro e aggressione sessuale nel 2020, ma ad agosto gli è stato concesso un ricorso. L’uomo si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse, arrivate da parte di donne che hanno assicurato di essere state molestate tra il 2004 e il 2013.

L’ultimo processo in corso è attualmente alla seconda settimana. Lo scorso lunedì, l'avvocato difensore di Weinstein, Mark Werksman, ha detto al giudice: «Potremmo benissimo concludere la maggior parte del caso entro la settimana del Ringraziamento».

Tra le ultime testimonianze quella di Kelly Sipherd, un’ex attrice che ha accusato Weinstein di averla aggredita sessualmente in una stanza d’albergo durante il Toronto Film Festival nel 1991 mentre nel 2008, sempre in un hotel, si sarebbe masturbato davanti a lei.

Stando al racconto della testimone, Weinstein l'ha invitata nella sua stanza d'albergo per discutere di un potenziale ruolo in un film. Una volta arrivati l’ex produttore è andato in bagno ed è tornato «nudo con la camicia sbottonata. Mi aveva detto: “Ti sco**** e non ci vorrà molto. Semplicemente, rilassati"».