Ecco i vincitori del premio Hearst dedicato alla sostenibilità ambientale, economica e sociale

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: redazione digital
Photo credit: redazione digital

Che cosa hanno in comune Massimo Bottura e Vivienne Westwood? Uno chef rinomato in tutto il modo e una stilista che ha fatto la storia della moda? Semplice: l’impegno per un mondo migliore, dove le risorse vengono distribuite più equamente nel rispetto della natura e dell’uomo.

Un impegno che li ha portati a vincere i primi Hearst Good Energy Award. Con il loro contributo si sono uniti allo straordinario parterre di donne e uomini che hanno risposto con un proprio talk all’appello di Hearst per ispirare sostenibilità ambientale, sociale ed economica

HEARST GOOD ENERGY AWARD A MASSIMO BOTTURA

“Per la sua visione costruttiva e l'impegno costante a favore di una cultura alimentare sana, equa e inclusiva in Italia e nel mondo”. Una motivazione che fa riferimento al progetto Food for Soul ormai diffuso in tutto il mondo con cui nel 2020 ha permesso di ridistribuire i beni alimentari confezionando pasti per oltre mezzo milione di persone.

HEARST GOOD ENERGY AWARD A VIVIENNE WESTWOOD

Sono tre donne rappresentanti dei siti femminili di Hearst a consegnare il premio e leggere le motivazioni: Manuela Ravasio Digital Director Marieclaire.it, Barbara Digiglio Managing Editor Global Luxury and Fashion Brand Digital e Paola di Marcantonio, Digital Director Cosmopolitan.it. Un tributo di tre giovani professioniste delle nuove tecnologie a una signora di 80 anni guarda più che mai al futuro “Ambientalista, progressista, controcorrente, il suo lavoro, - si legge tra le motivazioni - in particolare il suo impegno rispetto alla sostenibilità e al pianeta, ma soprattutto il suo approccio che ha sempre combinato l'attivismo col mondo del fashion, ha aiutato a cambiare il dibattito culturale e a spostare il focus, in tempi non sospetti, sul tema più importante: salvare il mondo”.

Il premio è stato ritirato dal Country Manager Italia Giorgio Ravasio. “Vivienne è molto onorata di questo riconoscimento per il suo attivismo e il suo impegno che dura da anni e che pervade anche tutti noi che lavoriamo con lei”.

Ma è stata la stessa Vivienne Westwood a ringraziare Hearst per l’award appena ricevuto con un video, un messaggio speciale e molto personale che ha emozionato tutti.