"Ho provato la dieta liquida per tre giorni ed è andata molto meglio delle mie aspettative"

Di Marzia Nicolini
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Sincerely Media su unsplash
Photo credit: Sincerely Media su unsplash

From ELLE

La mia dieta liquida è iniziata l'ultimo giorno d'estate. Forse influenzata dalla lettura di un'intervista in cui la guru del benessere Gwyneth Paltrow (l'avete vista, nuda a 48 anni?!) raccontava di dedicarsi alla dieta liquida detox a ogni cambio di stagione, momenti ideali per liberare l'organismo dal carico di tossine e liquidi ristagnanti, fatto sta che il 20 settembre è iniziata la mia tre giorni di succhi, succhi e ancora succhi vegetali. Conoscendo molto bene la founder di Depuravita, Sandra Nassima, da anni studiosa di alimentazione salutare, e sapendo che i pacchetti cleanse che propone sono sicuri, realmente healthy e testati, ho scelto un programma di dieta disintossicante liquida della durata di tre giorni. Vi racconto sinceramente la mia esperienza, con una buona dose di orgoglio per aver portato a termine la missione: ammetto di avere una dipendenza da zucchero e dolci, ragione per cui dubitavo di farcela. E invece...

Dieta liquida, benefici

Prima di addentrarmi nella descrizione della dieta liquida intrapresa, vi riporto quello che mi ha spiegato l'esperta riguardo i benefici da aspettarsi seguendo questo tipo di programma breve, ma intenso (letteralmente). Come sottolinea Nassima, "il detox liquido anche solo di un paio di giorni può rivelarsi molto utile per perdere qualche chilo di troppo, ma soprattutto per aiutare fegato, reni, pelle e intestino nel lavoro di espulsione delle tossine dal nostro organismo. Utile anche per stimolare il transito intestinale in un periodo in cui ci si sente costipate, oltre che per recuperare una pelle luminosa e idratata, la dieta detox in questa specifica fase dell'anno (e di pandemia) serve anche per fortificare le difese immunitarie. L'azione reset è data dall'assunzione esclusiva di alimenti liquidi, nello specifico succhi studiati da un team di nutrizionisti per garantire un mix funzionale di sali minerali, vitamine e fibre. Obiettivo: ripulire l’organismo senza mai privarlo dei nutrienti dei quali necessita".

Photo credit: Nathan Dumlao su unsplash
Photo credit: Nathan Dumlao su unsplash

Dieta liquida, come funziona

Citando Walt Disney, "l'unico modo per iniziare a fare qualcosa è smettere di parlare e iniziare a fare". Così, dopo i primi tentennamenti, con svariati dubbi e domande (Ce la farò? Sverrò? Il mio umore crollerà?) mi sono decisa e ho iniziato la mia tre giorni di succhi vegetali. Il bello di scegliere il pacchetto detox di un marchio di alta qualità (scelta che consiglio caldamente a chiunque desideri imitarmi) è che non devi pensare a nulla: i succhi che compongono il percorso detox classico sono formulati in accordo con la filosofia della medicina tradizionale cinese, seguendo cioè l'orologio degli organi, per come li intende questa antica scienza. In questo modo, a ogni momento della giornata corrisponde uno specifico succo, contenente ingredienti adatti a quella fase del dì o della sera, pensando alle varie esigenze psico-fisiche. Oltre ai succhi (peraltro deliziosi!), ho potuto sorseggiare delle miscele di té verde, rooiboos ed erbe, godendomi inoltre una barretta solida veggie nel pomeriggio. Uno strappo alla regola che diventa la merenda più buona al mondo, anche perché è effettivamente buonissima, considerando che è a base di uva, datteri e anacardi.

Dieta liquida, risultati su corpo e mente

Inizialmente, non mentirò, è stata dura. Dura trovare e mantenere la forza di volontà, specie quando ti chiama il tuo fidanzato proponendoti una pizza d'asporto e tu sai che nel frigo c'è già tutto il necessaire per la tua cenetta liquida. Il primo giorno ho fatto sogni a occhi aperti di cioccolato, carboidrati e cotolette (mie personali passioni gourmet). E, sempre nelle prime 24 ore, ho accusato mal di testa e qualche segno di spossatezza mentale. Ma è bastato superare la prima giornata per iniziare a toccar con mano i vantaggi della dieta liquida: la mia pelle, come prima cosa, ha assunto una nuova luminosità, diventando via via più morbida, a dimostrazione della perfetta idratazione assicurata da succhi e tisane. Ma la prova del 9 è stato l'addome: da un giorno all'altro si è sgonfiato, proprio come se avessero bucato un palloncino. Altro miglioramento che ho notato e che penso sia importante menzionare per le lettrici: la ritenzione idrica, classicamente localizzata su cosce e sottoglutei, si è attenuata. Avere sotto gli occhi l'effetto del drenaggio dei liquidi e della rimozione delle scorie mi ha galvanizzata. Permettendomi, nei giorni successivi la dieta detox, di evitare dolciumi, limitando al minimo le quantità di caffé, sale e alcolici. Se i risultati sono questi, qualche sacrificio è più che ok.