‘Ho ucciso 25 persone in Afghanistan’: la rivelazione del Principe Harry lascia di stucco


Il principe Harry afferma di aver ucciso 25 persone mentre prestava servizio in Afghanistan.
Il principe 38enne ha affermato nel suo nuovo libro di memorie, "Spare", di aver ucciso 25 combattenti talebani durante il periodo passato in guerra.
Harry - che ha intrapreso due missioni nel Paese - ha scritto: "Mi sembrava essenziale non aver paura di quel numero [di persone uccise]. Quindi il mio numero è 25. Non è un numero che mi riempie di soddisfazione, ma nemmeno mi mette in imbarazzo".
Harry ha persino paragonato i combattenti talebani a "pedine degli scacchi rimossi dal tabellone". Nonostante ciò, il principe ha davvero apprezzato il tempo passato nell'esercito britannico in quanto gli ha permesso di sfuggire ad alcuni problemi della vita di tutti i giorni. Ha detto: "Non ero più il principe Harry, ero il sottotenente Wales dei Blues and Royals, il secondo reggimento più antico dell'esercito britannico".
Harry ha lanciato gli Invictus Games, una competizione internazionale per veterani militari che hanno riportato ferite in guerra, nel 2014. E il principe in passato ha spiegato cosa significa per lui personalmente questa manifestazione.
Harry - che ha Archie, tre anni, e Lilibet, 19 mesi, con Meghan Markle - ha detto: "Quando ero nell'esercito, mi sono ripromesso che ne sarei uscito prima di avere moglie e figli, perché non potevo immaginare il dolore di stare separati per così tanto tempo durante il dispiegamento, il rischio di rimanere feriti e il fatto che la vita della mia famiglia poteva cambiare per sempre per questo".
Harry ha anche espresso la sua gratitudine verso il personale militare, osservando che loro e le loro famiglie fanno tutti un significativo "sacrificio". Ha detto: "Ogni membro della comunità Invictus ha sperimentato vari gradi di queste cose. Ho un enorme rispetto per ciò che loro e le loro famiglie sacrificano in nome del servizio".